AL CONGRESSO EUROPEO DI GINECOLOGIA A COPENHAGEN TRE INTERVENTI DI CHIRURGIA ROBOTICA IN VIDEOCONFERENZA: UNO DA PISA

0
207

Al 9° Congresso della ESG-Società Europea di Ginecologia in programma a Copenhagen (Danimarca) dall’8 all’11 settembre ci sarà anche una finestra sulla ginecologia pisana, con un intervento chirurgico con tecnica robotica eseguito in videoconferenza dall’ospedale di Cisanello dal Dr. Vito Cela (U.O. Ostetricia e Ginecologia I diretta dal Prof. Genazzani), che opererà, a partire dalle ore 9 di venerdì 9 settembre (fino alle 12.30) una endometriosi profonda. In contemporanea verranno eseguiti, sempre con il robot, altri interventi da Copenhagen e da Liegi.

L’endometriosi è una malattia femminile invalidante, in attesa di riconoscimento come malattia sociale. Può interessare sia la sfera riproduttiva con gli organi femminili ma anche la sfera digestiva, interessando l’intestino e l’ambito urologico, con il coinvolgimento di uretere e vescica. Nel caso in questione il chirurgo opererà utero, ovaie e intestino. Lo scopo dell’intervento è sollevare la paziente dal dolore cronico, sintomo principale ella malattia endometriosica, e ripristinare la fertilità. Solo pochi centri al mondo trattano questa malattia con l’apporto della chirurgia robotica che, grazie all’estrema precisione e ad una visione tridimensionale, permette un migliore tailoring della patologia con minore complicanze. La ginecologia di Pisa in tal senso si pone come uno dei centri leader nel trattamento chirurgico di questa malattia con l’utilizzo della tecnica robotica. Inoltre a Pisa, da 3 anni, esiste un Master di II livello in chirurgia mini-invasiva e chirurgia robotica ginecologica unico in Italia, che si propone di trasmettere le più recenti possibilità applicative della chirurgia ginecologica conservativa e demolitiva sia nella patologia benigna sia in oncologia ginecologica, con l’indispensabile integrazione fra la tecnica robotica e la laparoscopia convenzionale

Lascia un commento