‘Light’: accendi la luce sulla scienza. E sulla sicurezza

0
906

Un lampione antistupro, alimentato da un pannello fotovoltaico e dotato di telecamera per sorvegliare parchi e siti privi di collegamenti alla rete elettrica e telefonica. È una delle invenzioni degli studenti dell’Istituto tecnico industriale statale-Itis ‘Galileo Galilei’ di Roma che saranno presentate all’evento ‘Light-Accendi la luce sulla scienza’, organizzato a Roma dall’Istituto di ricerche sulla popolazione e le politiche sociali (Irpps) del Consiglio nazionale delle ricerche nell’ambito della ‘Notte dei ricercatori’.
‘Light’ che quest’anno è dedicato a Terra, Fuoco, Aria e Acqua, è una festa all’insegna della condivisione fra pubblico e ricercatori di curiosità e novità scientifiche e l’occasione per promuovere la costruzione di una nuova immagine degli scienziati, più vicina alla realtà quotidiana.
La kermesse si terrà il prossimo 25 settembre a Roma al Planetario e Museo Astronomico, (piazza G. Agnelli, n. 10, zona Eur; ingresso gratuito) dalle 15.00 alle 02.00. Una presentazione dell’evento si terrà la mattina del 24, settembre alle ore 12.00, presso la sede del Cnr (Piazzale Aldo Moro, 7). Per le scolaresche, la mattina del 25, saranno aperte varie location: Museo Pigorini con l’attività “Antropologi per un giorno”; il Centro Interscolastico per le Scienze, uno spazio polifunzionale dedicato all’educazione scientifica, dotato di laboratori, aule multimediali e collezioni museali. Per le famiglie con bambini piccoli, l’evento si svolgerà la sera del 25, dalle ore 19.30 ad Explora il Museo dei Bambini di Roma che dispenserà, con l’aiuto del Cnr, la “Matematica in gocce’ (Il programma su www.eventolight.it). Light fa parte del POF (Piano offerta formativa) della provincia di Roma.
Al Planetario gli studenti mostreranno le loro ‘tecnologie’ grazie alla ‘Vetrina delle invenzioni’ curata dall’Assessorato Scuola, Formazione e Politiche per il Lavoro della Regione Lazio. Tra queste, il Solar Video Survaillance, il lampione ‘anti–stupro’, nato dall’idea di una studentessa nell’anno scolastico 2008/09 all’Itis Galilei. L’apparecchiatura consiste in un palo di 2,50 m. sormontato da un pannello fotovoltaico e corredato da una batteria che alimenta una lampada a led luminoso e una videocamera capace di trasmettere ad una centrale di vigilanza via GSM, ponte radio ecc. le riprese.
Nella ‘Vetrina delle Invenzioni’ saranno esposti anche robot realizzati da altri Istituti tecnici, che si cimenteranno in una partita di calcio con una palla a raggi infrarossi all’interno di una pista-labirinto.
Al Planetario, ad attendere il pubblico ci saranno anche i ‘Banconi della Scienza’ del Cnr, realizzati anche grazie al sostegno del Ministro della Gioventù. Il ‘Magic Mirror’ per realizzare la scarpa virtuale, i dispositivi per ricavare elettricità dal succo d’arancia, il cyber-poliziotto, le pellicole flessibili che sostituiscono le lampadine, acquari e poster per spiegare la vita nel sistema palustre-lagunare, sistemi per monitorare le rotte dei tonni, il kit ‘Green magic’ per i ‘piccoli’ biologi, ed altre attrazioni. Tra queste ricordiamo le applicazioni della chimica verde presenti al bancone del PON – Ricerca e competitività 2009/2013. Numerosi spettacoli musicali, artistici, sportivi e teatrali, realizzati anche grazie al sostegno della Provincia di Roma, si succederanno durante la notte.
Il pubblico potrà cimentarsi in animazioni digitali interattive per entrare nell’affascinante mondo delle nanotecnologie grazie a BIMORE, progetto esposto dalla Rappresentanza europea in Italia che ha lo scopo di studiare la fotosintesi naturale con metodi avanzati.
Infine, al Planetario sarà presentato un allestimento promosso dal Dipartimento per le Pari Opportunità sulle difficoltà delle donne a ‘farsi strada’ nel mondo della ricerca: un tunnel di ingresso con il soffitto di cristallo.

Lascia un commento