Le capacità e le competenze di Dimension Data offrono la migliore tecnologia per il più importante evento sportivo del 2010

0
145

Dimension Data fornitore di servizi e soluzioni IT leader nel mondo, ha messo a disposizione delle sedi calcistiche 2010 le proprie capacità di integrazione e la profonda conoscenza tecnologica. Il Gruppo della Regione Medio Oriente e Africa (MEA) di Dimension Data ha dotato cinque degli stadi di calcio del Sud Africa con la più intelligente e sofisticata infrastruttura di comunicazione avanzata al mondo.

“La nostra visione consiste nel realizzare grandi progetti sia questo paese che per la comunità mondiale del calcio proponendoci quale partner attento e impegnato e fornendo le migliori soluzioni richieste per un evento di questa portata,” ha commentato Alpheus Mangale, Chief Operation Officer di Dimension Data Middle East & Africa.

“L’evento stesso è un catalizzatore di ingenti investimenti infrastrutturali del continente africano meridionale per il quale la maggior parte dei progetti di alto profilo riguardano propri gli impianti sportivi. Oltre a introdurre le ultimissime tecnologie per la realizzazione di strutture “intelligenti”, questi progetti sono pienamente sostenibili da un punto di vista economico, sociale e ambientale,” ha aggiunto.

Dimension Data MEA è il Master System Integrator per i sistemi ICT del Green Point Stadium a Cape Town e del Nelson Mandela Bay Stadium a Port Elizabeth. Per quanto concerne le proprie competenze, la regione MEA è stato il punto di riferimento unico per la fornitura completa dell’85% delle soluzioni, e ha contribuito alla creazione di sviluppo e occupazione.

Dimension Data MEA ha fornito soluzioni integrate che comprendono:
– Comunicazioni voce
– Comunicazioni video e dati
– Sistemi di automazione come quello di riscaldamento, ventilazione e condizionamento
– Elementi per la sicurezza fisica di controllo degli accesso e sorveglianza.

Inoltre, collabora con il Moses Mabhida Stadium (Durban), Loftus Versveld Stadium (Pretoria), Vodacom Park Stadium (Bloemfontein) e l’Orlando Stadium (Soweto).

Mangale evidenzia che nel 2003 il coinvolgimento dell’azienda per fornire soluzioni tecnologiche per il Cricket World Cup ha creato una base di esperienza combinata poi con il patrimonio globale di networking e le capacità di integrazione del Gruppo. “L’evento legato al cricket ha fondato le basi per una visione che mira a identificare le opportunità per contribuire a rendere il 2010 il più grande evento sportivo della storia Africana.”

Le specifiche per le soluzioni ICT presso gli stadi sono molto dettagliate, ha spiegato Mangale. “Fondamentalmente, queste specifiche ci hanno permesso di sviluppare le soluzioni che si aggiungono al più recente approccio globale, conosciuto come Converged Real Estate (CRE). In sostanza, questo è un approccio per la realizzazione di edifici e stadi intelligenti basati su un’unica dorsale IP ridondante. La dorsale supporta un host di sistemi differenti che spaziano dall’Information Technology alla Sicurezza, fino alle soluzioni di Building Automation,” ha continuato, puntualizzando che con gli occhi del mondo puntati sul Sud Africa, molte sono le possibilità di dimostrare le capacità di Dimension Data.

“Le aspettative risposte sui service providers sono precise e consistenti. La tecnologia svolge un ruolo critico ed essenziale nell’offrire eventi di prima categoria. Intorno a questo imperativo abbiamo creato la nostra strategia tecnologica per il 2010. Gli stadi svolgono il ruolo di colonna portante di eventi di importanza globale e crediamo che l’ICT abbia un compito fondamentale per soddisfare gli spettatori di tutto il mondo,” ha concluso Mangale.