Nel pubblico si ammala un dipendente su 2, nel privato uno su 3

2
2383

Dall’analisi dei dati dell’Inps, la Cgia ha riscontrato che le assenze per motivi di salute nel pubblico impiego registrate nel 2015 hanno interessato il 57% di tutti gli occupati (poco più di 1 dipendente su 2); nel settore privato la quota si è invece fermata al 38% (più di 1 dipendente su 3).

2 Commenti

  1. il problema è che questo articolo rispecchia una realtà che non accenna a diminuire nonostante le denunce quotidiane dei media. Nel mio piccolo gargiulomedicolegale.it mi trovo quotidianamente a dover assistere persone che nel privato pur rispettando gli orari di lavoro e non prendendo quasi mai un giorno per malattia incontrano grossi problemi nel posto di lavoro. Nella costituzione è sancito che il lavoro è un diritto però, soprattutto in questo momento così difficile per il nostro paese, secondo me chi ne ha uno dovrebbe meritarselo con un comportamento corretto e diligente.

  2. il problema è che questo articolo rispecchia una realtà che non accenna a diminuire nonostante le denunce quotidiane dei media. Nel mio piccolo gargiulomedicolegale.it mi trovo quotidianamente a dover assistere persone che nel privato pur rispettando gli orari di lavoro e non prendendo quasi mai un giorno per malattia incontrano grossi problemi nel posto di lavoro. Nella costituzione è sancito che il lavoro è un diritto però, soprattutto in questo momento così difficile per il nostro paese, secondo me chi ne ha uno dovrebbe meritarselo con un comportamento corretto e diligente.

Lascia un commento