Fastweb non tanto fast. E Valentino Rossi come potrà essere ancora testimonial?

0
264

Mentre nell’ordine di cattura del fondatore di Fastweb, Silvio Scaglia, firmato dal gip di Roma, Aldo Morgigni si scrive che “L’attribuzione direttamente a Silvio Scaglia di quanto accaduto non è frutto di ipotesi investigativa e si fonda su precisi elementi investigativi e sull’osservazione di come funzionavano le cose all’interno della società” i cittadini italiani ma sopratutto le ditte clienti di Fastweb hanno la necessità di chiarimenti. Chiarimenti su operazioni, comportamenti e contratti tra Fastweb e loro. E’ il caso di una azienda, i cui titolari sono nostri lettori, che ci ha fatto pervenire l’e-mail che proprio ieri hanno inviato a: servizioclienti.aziende@fastweb.it
Che dire. Ognuno si farà la sua idea di come un’azienda cura i propri clienti.
Ma poi leggere di riciclaggio ed altri reati da parte dei dirigenti di questa azienda fa letteralmente infuriare chi lavora duramente tutti i giorni ed è vincolata per il proprio lavoro (connessione internet) ai servizi e disservizi di Fastweb.
Poi vedere in tv la pubblicità, con Valentino Rossi testimonial, la rabbia sale, sale e diventa un boomerang per Fastweb, perchè il passaparola, sia negativo che positivo, sul web è così veloce che basta poco per annullare anni ed anni di costruzione dell’immagine di una azienda.

Fatevi un’idea leggendo l’e-mail
Ecco il testo inviato a fastweb dall’azienda nostra lettrice (abbiamo eliminato i dati dell’azienda e del loro studio legale)
…………
Spett. azienda,
chi scrive è la società “xxxxxxxxxxxx” .s.n.c, la quale ha sottoscritto un contratto business con voi nell’agosto 2009.
il contratto prevede l’uso dei due cellulari aziendali, la linea telefonica fissa e l’adsl. fin dal primo momento abbiamo avuto problemi di connessone, cioè l’adsl non ha mai funzionato bene: andava e veniva e ogni volta per la riparazione del guasto abbiamo dovuto attendere giorni e giorni. ci è stato detto che era colpa di telecom, telecom interveniva e diceva che loro ormai avevano lasciato le linee libere, per cui un continuo scarica barile.
Dal novembre scorso si è nuovamente ripresentato il problema, per cui essendo un agenzia immobiliare e creditizia potete immaginare i danni ingenti che ci avete creato, con la conseguenza che l’ufficio è restato chiuso in quanto abbiamo un database collegato con altre agenzie della rete di cui facciamo parte e che senza linea adsl non funziona; senza considerare il fatto che abbiamo perso telefonate di potenzali clienti dal numero verde che paghiamo, e altri potenziali clienti che trovando l’ufficio chiuso si sono recati altrove.
Abbiamo fatto intervenire anche il nostro ufficio legale con sede in Pisa chiedendo l’mmediato ripristino del servizio e l’annullamento delle fatture, nonostante ciò ci continuano a pervenire vostre fatturazioni anche dell’uso dei cellulari che ci avete deliberatamente disattivato sia in entrata che in uscita dal 23 dicembre scorso arrecandoci un ulteriore danno, in quanto i nostri numeri sono presenti su biglietti da visita, pubblicità varie ecc. eccetera.
Ora ci domandiamo, come mai un azienda che si propone come voi possa non solo arrecarequesti danni ingenti e non prendersene assolutamente cura, ma quantomeno contattare il cliente scontento e proporre la sospensione delle fatturazioni e l’immediata recessione del contratto valutando i danni recati in quanto il servizio che ci avevate offerto NON C’E MAI STATO.
Chiediamo pertanto l’annullamento di tutte le fatture inviate e chiaramente non pagate a causa del servizio mancato e ci riserviamo di quantificare la richiesta danni tramite il nostro ufficio legale.
Per comunicazioni…..segue firma