Telecom Italia, contro il file sharing e il Peer to Peer

0
259

Telecom Italia ha annunciato che il traffico P2P, per le connessioni private domestiche, sarà filtrato con modalità opportune nel caso in cui la cosa si rendesse necessaria per garantire la minima qualità di servizio promessa all’utenza.

Spiega Telecom Italia: «Allo scopo di garantire l’integrità della rete e il diritto da parte della generalità degli utenti di accedere ai servizi di connettività ad internet anche nelle fasce orarie in cui il traffico dati è particolarmente elevato, Telecom Italia, nel rispetto del principio di parità di trattamento e ove necessario, si riserva la facoltà di introdurre per tutte le offerte e/o i profili commerciali che prevedono traffico dati su tecnologia ADSL, meccanismi temporanei e non discriminatori di limitazione all’uso delle risorse di rete disponibili».

La novità diventerà operativa a partire dal 1 marzo e coinvolgerà lo specifico dei DSLAM saturi sui quali la gestione della banda dovesse divenire problematica.

Lascia un commento