Nastro d’argento a ‘Noi credevamo’ di Martone

0
86

Roma, 4 marzo 2011 – Noi credavamo di Mario Martone, il film sul processo risorgimentale, ha vinto il Nastro d’argento 2011, che verrà consegnato ufficialmente il 25 giugno al festival di Taormina. Il riconoscimento del Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici è stato assegnato a Noi credevamo “non solo come film caso in controtendenza nell’anno della commedia, ma per il valore e l’impegno che esprime, oltre il cinema, in un passaggio storico centrale nella vita della Repubblica Italiana, a 150 anni dall’Unità del Paese”. Con questo premio i giornalisti hanno voluto sottolineare “la qualità, l’appassionata ricerca, il coraggio di aver saputo rileggere la storia attraverso le vicende di protagonisti di grandi battaglie, a lungo dimenticati perfino dai testi scolastici, con un film capace di conquistare anche il pubblico dei più giovani ai quali propone, senza retorica, la rilettura del Risorgimento come il racconto avvincente di una lunga battaglia vissuta, tra l’altro, dalla generazione dei ragazzi di 150 anni fa”.

“Sono molto contento e ringrazio per il riconoscimento al film – ha commentato Martone – Spero che sia un segnale utile per chi non vuole arrendersi alla paura del mercato, il pubblico ha una sensibilità superiore a quel che si pensa. Tanta parte del pubblico ha voglia di cose diverse. In Italia c’è ancora spazio per pensare e far pensare, emozionando il pubblico”.