David di Donatello. Martone in pole position

0
232

Roma – Il film di Mario Martone Noi credevamo ha ottenuto ben 13 candidature ai David di Donatello, tra cui miglior film, miglior regia e il premio David Giovani. Tra i 27 film selezionati dai giurati si segnalano anche la commedia di Luca Miniero Benvenuti al sud, con 10 nomination, oltre a Basilicata coast to coast di Rocco Papaleo, 20 sigarette di Aureliano Amadei e La nostra vita di Daniele Luchetti, a pari merito con 8 candidature.

In attesa della cerimonia di premiazione, che si terrà il 6 maggio all’Auditorium della Conciliazione a Roma, il presidente dell’Accademia David di Donatello Gian Luigi Rondi ha annuciato che un David speciale in occasione dei 150 anni dell’Unità d’Italia verrà consegnato al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, mentre due David alla carriera andranno a Ettore Scola e a Claudio Bonivento.

È stato premiato, intanto, il miglior film documentario. Il riconoscimento è andato a È stato morto un ragazzo. Federico Aldrovandi che una notte incontrò la polizia, film di Filippo Vendemmiati che ricostruisce la tragica vicenda del diciottenne di Ferrara.