Il Concertone del 1° maggio

1
151

Roma – È un concerto del Primo maggio all’insegna dell’unità d’Italia quello di quest’anno. Per festeggiare l’anniversario dei 150 anni, sul palco è stata istallata una pedana rotante sulla quale si alterneranno esclusivamente artisti italiani.

Per questa 22ª edizione del concertone, presentata da Neri Marcorè e trasmessa su Rai Tre a partire dalle 15.15, sul palco di piazza San Giovanni salirà anche Ennio Morricone. È la prima volta che il maestro partecipa al concerto del Primo maggio e ha scritto appositamente per l’occasione il brano Elegia per l’Italia.

Per celebrare i 150 anni dell’unità d’Italia verranno eseguiti anche tanti altri brani che ripercorrono la storia nazionale, dal Nabucco a Volare passando per Bella Ciao. Per questo sul palco ci saranno anche i 72 elementi dell’Orchestra Roma Sinfonietta e i 60 membri del Nuovo Coro Lirico Romano. A loro spetterà accompagnare anche Gino Paoli nella sua esecuzione del Va’ pensiero.

Ad Eugenio Finardi è affidato il compito di aprire il concerto. Dopo di lui tantissimi artisti italiani: Modena City Ramblers, Subsonica, Luca Barbarossa, Daniele Silvestri, Peppe Servillo e Fausto Mesolella, Caparezza, Bandabardò, Francesco De Gregori e Lucio Dalla, Giuliano Palma & The Bluebeaters , Edoardo Bennato, Paola Turci, Enzo Avitabile e molti altri.

Il tema dell’edizione di quest’anno è ”La patria, la storia, il lavoro”. Saranno celebrati Dante, Toscanini, Totò, Pasolini, Anna Magnani, Gigi Riva, don Pino Puglisi, Rita Levi Montalcini. Oltre ai musicisti sono attesi sul palco anche l’ex magistrato Gherardo Colombo e gli attori Anna Bonaiuto, Claudio Santamaria e Sonia Bergamasco. In particolare Ascanio Celestini darà vita ad una perfomance inedita per il pubblico del Primo maggio.