l Con-vivere Festival la grande musica con Elio, Van De Sfroos e Barra

0
258

Elio e Le Storie Tese, Davide Van de Sfroos e Peppe Barra, sono i grandi nomi della musica italiana che renderanno ancora più prestigiosa la sesta edizione del Festival Con-vivere, che si terrà dal 9 all’11 settembre a Carrara (MS) e avrà come sottotitolo< /font> “Bianco, rosso e verde. Centocinquant’anni di Unità”.

Un’unità d’Italia che sarà anche musicale a partire dai concerti di due artisti che meglio di ogni altro esprimono la musica del sud e del nord del Belpaese.

Venerdì 9 settembre alle ore 21,30 in Piazza Alberica, Peppe Barra con il suo concerto “&lsq uo;N’Attimo” dal nome del suo ultimo lavoro del 2009, ci porterà con la sua magistrale interpretazione di tammurriate, di liriche teatrali e di poesie, nella tradizione popolare musicale.

In grado di comporre in unico affresco sonoro, melodico e ritmato, gli echi del passato e i moderni ritmi del Mediterraneo, Barra è conoscitore e attento ricercatore di tradizioni popolari, particolarmente felice di contaminare i generi musicali. Il suo repertorio contiene pezzi classici e brani suoi o, di autori a lui vicini, sempre eseguiti in dialetto per dare maggiore forza al significato dei testi che hanno per tema esperienze autobiografiche: l’amore, la vita e l’amore, la vita e la morte, quell’ironia e quel sarcasmo tutti partenopei che Barra esprime come nessun altro.

Sabato 10 settembre dalle ore 22,00, sempre in Piazza Alberica, Davide Van de Sfroos con il suo concerto “Yanez”, ci guiderà invece nella musica in dialetto laghèe (o tramezzino). Comasco di origine, quasi tutte le sue canzoni fanno capo al lago, al suo spirito profondo, ai suoi lati sporchi e puliti, alle sue luci e alle sue ombre e la maggior parte sono scritte e cantate appunto in quel dialetto tremezzino che è più che altro una lingua resa ancor più evocativa e suggestiva da storie ricche di poesia.

A suonare dal vivo con il cantautore laghée gli stessi musicisti che lo hanno accompagnato con successo nel tour teatrale: Davide “Billa” Brambilla (fisarmonica, tastiere e tromba), Angapiemage Galliano Persico (violino), Maurizio “Gnola” Glielmo (chitarre), Paolo Legramandi (basso) , Marcello “Bread” Schena (batteria) e Roberta Carrieri (voce, chitarra, bodhran,percussioni).

I 15 brani di Yanez dall’omonimo singolo arrivato quarto all’ultima edizione del Festival di Sanremo alternano momenti di allegria ad altri di più intensa riflessione, storie dure e suoni aspri, dominati dagli strumenti acustici mentre le suggestioni musicali attingono da quello che, fin dall’inizio, è il mondo sonoro caro a Van De Sfroos: il folk, nell’accezione più ampia del termine, il rock venato di blues, qualche aroma country e perfino speziature sudamericane.

A suggellare l’unità “musicale” d’Italia, infine, non potevano che essere Elio e le Storie Tese che saliranno sul palco Domenica 11 settembre a partire dalle 21.30 ancora nello splendido scenario della centrale piazza Alberica di Carrara.

Nella carriera costellata di successi per la band milanese, è infatti celeberrima la partecipazione nel 1996 al Festival di San Remo che, come raccontano loro nella biografia del gruppo, “vincono piazzandosi al secondo posto, miracolo tutto italiano, ma quelle 4 esibizioni sono già storia della televisione”. “La terra dei cachi” è primo in classifica per 8 settimane e l’album “Eat The Phikis” vende oltre 200.000 copie.

Ed “Italia si, Italia no”, è il tormentone che attraversa il brano “la terra dei cachi” e non poteva certo mancare in questa sesta edizione del Festival dedicata all’Unità d’Italia.

Non solo i tre grandi concerti a caratterizzare la proposta musicale del Festival Con-vivere che fino dalla sua apertura venerdì 9 settembre dalle 16.00 accompagnerà i suoi ospiti con l’anteprima musicale della Magicaboola Brass Band in Piazza Alberica.

Ed il viaggio di Con-vivere all’interno della musica sarà anche un percorso nella storia con i due importanti appuntamenti di sabato 10 settembre. Alle ore 18:00 a Palazzo Binelli ci sarà il concerto de I Liguriani “La bella Gigogin”. Un viaggio immaginario porterà lo spettatore a conoscere e scoprire storie, sentimenti e speranze legati al particolare periodo storico del Risorgimento italiano. Alcune tra le più celebri canzoni popolari di quel periodo (La bella Gigogin, Partire partirò partir bisogna, Il Cavour l’ha due donne, El pover Luisin…) verranno presentate insieme a danze risorgimentali come le monferrine, le gighe, le contraddanze… Musiche e canti riproposti con un nuovo sentire, dove il moderno e l’antico si uniscono seguendo i dettami dei sentimenti dell’uomo. Con Fabio Rinaudo alla cornamusa, Fabio Biale – violino, voce, Filippo Gambetta – organetto, mandolino; Michel Balatti – flauto; Claudio De Angeli – chitarra.

Sempre sabato 10 settembre alle ore 21:00, al Cortile Istituto Figlie di Gesù, la musica per il risorgimento sarà protagonista nel concerto Viva V.e.r.d.i.!
Nello spettacolo a cura dell’Orchestra Giacomo Puccini si esibiranno il soprano Sae Kyung Rim il tenore Francesco Anile il baritono Marco Vratogna accompagnato dal maestro Bruno Nicoli al pianoforte. Il grande movimento ideale del Risorgimento, fu seguito, accolto e, qualche volta, preceduto dalla “vetrina sociale” più rappresentativa e popolare dell’epoca: il melodramma.
E se i teatri lirici erano lo specchio della società ottocentesca, dalla nobiltà alla borghesia grande e media al basso ceto, si può ben capire quale enorme valore riponessero nella censura coloro che erano preposti alla sorveglianza nel tentativo di tenere a freno le manifestazioni che, in ogni momento del processo risorgimentale, occorsero durante le rappresentazioni operistiche. Manifestazioni che furono soprattutto appannaggio delle opere di Verdi (apostolo musicale del Risorgimento), motivo di censure, rivolte, scontri, davanti e dentro ai teatri e di cui questa sera si propongono le arie più celebri e significative.

I concerti di Peppe Barra e di Davide Van De Sfroos, così come tutt i gli altri eventi musicali, sono ad ingresso gratuito mentre per il concerto di Elio e Le Storie e Tese sono aperte le vendite on line per il concerto presso i circuiti Ticketone, Vivaticket, Bookinhshow, Boxol e sul sito www.orchestramassacarrara.it

I biglietti possono inoltre essere acquistati inoltre presso i seguenti punti:

Teatro Civico – Piazza Mentana, 19121 La Spezia, tel. 0187/757075

Casa Musicale Pietro Biso – Via del Prione 19121 La Spezia, tel. 0187 734253

IAT Sarzana – Piazza San Giorgio, Sarzana (SP), tel. 0187 620419

Versilia Vacanze – Lungomare Europa 188, Lido di Camaiore (LU), Tel. 0584 619479

Tutto eventi “la zattera” – Viale Regina Margherita – Viareggio (LU), Tel. 0584 427201

La Cabana Viaggi – Via Roma 26/a, 54033 Carrara, Tel 0585/775057

Agenzia I Girasoli – Via del Patriota, 7 – 54100 Massa (MS) Tel: 0585 251 781

Tabacchi Volpi – Viale XX Settembre114 54033 Carrara (MS) Tel. 0585845596

Lascia un commento