E’ uscito “Antonio’s Book”

0
102

L’album, disponibile nei negozi di dischi e nei digital stores, costituisce un omaggio ad Antonio Sardi de Letto, pianista romano scomparso prematuramente, cui l’opera è ispirata.
Il Maestro De Letto aveva svolto di pari passi gli studi storico-musicali alla Sapienza e quelli pianistici diplomandosi al Conservatorio S.Cecilia di Roma. Docente di pianoforte presso il Conservatorio di Latina e il Pontificio Istituto di Musica Sacra di Roma, nella sua attività si era dedicato con uguale passione al repertorio tradizionale e alla nuova musica, oltre che da solista, con Orietta Caianiello nello Ianus Piano Duo e a fianco di Anna Proclemer.
Musicista colto e raffinato, rivelava la sua varietà di interessi e una natura eclettica passando con facilità e bravura dalle sale da concerto ai teatri di prosa, ai convegni musicologici. ( http://www.giornaledellamusica.it/news/?num=108150).
La sua tecnica pianistica, spesso definita formidabile, si è sempre accompagnata ad un acuto interesse sia per le motivazioni più profonde del fatto artistico (da qui i suoi brillanti studi storico-musicali) che per il fattore comunicativo ed emozionale dell’esecuzione musicale.
Come solista e anche nello Ianus Piano Duo insieme ad Orietta Caianiello, Sardi de Letto ha portato sulla scena con la grande attrice Anna Proclemer diversi recital di musica e poesia, tra cui “Anna dei pianoforti” su testo di Alberto Savinio e “Animali e Bestie” con live eletronics; pur avendo una saldissima preparazione classica, il musicista passava con disinvoltura ed interesse dai repertori tradizionali alle nuove musiche, collaborando con importanti compositori contemporanei.
Il sodalizio tra Orietta Caianiello e Antonio Sardi de Letto ha avuto inizio nel 2000, quando hanno deciso di unire le proprie forze per realizzare un repertorio a due pianoforti, sulla base di una sintonia inizialmente solo intuita e sfociata poi nella scoperta che il loro percorso si basava su straordinarie affinità e un condiviso amore per la ricerca e la sperimentazione. Ed è proprio in questo modo che nasce lo Ianus Piano Duo, che ha avviato un confronto artistico durato dieci intensi e memorabili anni, cui il destino ha tuttavia posto un’irrimediabile fine, troncando i progetti già disegnati per il loro futuro e i molti altri in cui Antonio era artisticamente coinvolto.
Nonostante ciò, il desiderio di ritrovare un contatto con lui attraverso la musica è stato determinante e ha trovato eco nei numerosi amici interpreti e compositori che lo hanno amato e che sono stati mossi dallo stesso intento. Insieme hanno, così, costruito un tessuto fatto di tanti fili di ricordo, stima e affetto che hanno pazientemente annodato nei non pochi anni che questo progetto ha richiesto prima di vedere luce.
Questo CD preparato da ogni singola parte della sollecita opera di amici e familiari, è il prodotto che ha reso possibile anche agli interpreti, attraverso le note a lui dedicate, di rendere omaggio ad Antonio, con gratitudine e stima.
Il disco contiene 14 tracce composte dai maestri: Marco Cimagalli, Toni Neiman, Gabrio Taglietti, Riccardo Vaglini, Lucio Garau, Fabrizio De Rossi Re, Gabriele Manca, Federico Del Sordo e Roberta Vacca.

Lascia un commento