Falcao distrugge il Villarreal, il Benfica si aggiudica l’andata del derby portoghese

0
77

Andata semifinali Europa League: il Porto devasta il Villarreal segnando 5 reti. Quaterna del colombiano, mentre tutto aperto dopo il 2-1 tra la squadra di Lisbona e lo Sporting Braga

L’andata delle semifinali di Europa League si prepara a consegnarci una finale tutta portoghese. L’unica squadra che poteva rompere le uova nel paniere era il Villarreal di Giuseppe Rossi, che però perde 5-1 contro il Porto. Tutto aperto tra Benfica e Sporting Braga dopo il 2-1 dei padroni di casa.

PORTO VILLARREAL 5-1 – Il Villarreal si “addormenta” nel secondo tempo dopo essere andato al riposo in vantaggio di un gol, meritandosi il vantaggio.
Perchè dopo le occasioni per Nilmar e Giuseppe Rossi, gli spagnoli passano in chiusura di primo tempo.
Bella azione a destra sul filo del fuorigioco, Nilmar trova il taglio di Cani sul primo palo che di testa batte Helton, causata dalla brutta marcatura di Fernando, il centrocampista difensivo seguito da mezza Europa e per cui il Porto sembra intenzionato a chiedere 40 milioni, non saranno troppi?
Tutt’altra partita nel secondo tempo, col Villarreal che conferma certi limiti difensivi e si mostra troppo vulnerabile sulle fasce.
Al 48′ Falcao, dopo la palla del 2-0 fallita da Cazorla, è furbo a spostare la palla sull’uscita bassa di Diego Lopez cercando e trovando il contatto da rigore.
La squadra di Villas Boas, il nuovo Mourinho, devasta il lato sinistro degli spagnoli, Català è l’anello debole e prima Guarin al 61′, poi Falcao (assist ancora da destra di Hulk) vanno a segno.
Ma “El Tigre” Falcao è scatenato e segna 2 gol di testa, la prima su punizione, la seconda su corner.
E fanno 15 in Europa League ma la difesa del Villarreal è ingiustificabile.
Così è difficile anche pensare di poter ribaltare il risultato al ritorno.

BENFICA-SPORTING BRAGA 2-1 – Successo meritato per la squadra di Lisbona, ma lo Sporting Braga può ancora sperare nel ritorno per la finale di Dublino.
Ospiti che partono con una tattica molto difensiva, gli attacchi del Benfica si appoggiano sulla classe di Oscar Cardozo, mancino non veloce ma fisicamente potente, con tecnica e senso del gol.
Il 27enne paraguaiano colpisce il palo alla mezz’ora, poi propizia il gol dell’1-0 sul finire di primo tempo, staccando di testa sul cross di Maxi Pereira e colpendo il palo, sulla respinta è il difensore Jardel a sbloccare. Nella ripresa pareggia il Braga al primo concreto tentativo con Vandinho, che di testa su palla inattiva sorprende una difesa un pò ferma.
Il migliore in campo, Cardozo, trova su punizione il gol del 2-1, un gioiello quello del paraguaiano, che servirà anche al ritorno su un campo di una squadra molto pericolosa, che ha iniziato a mietere vittime illustri lo scorso Agosto nel preliminare di Champions col Siviglia.