Juventus – Real Madrid, un Cristiano Ronaldo illegale castiga i bianconeri

Il portoghese porta in vantaggio i blancos e poi si inventa un gol da applausi

0
76

Una serata da dimenticare per la Juventus che questa sera è stata costretta ad arrendersi ad un Real Madrid superiore sotto ogni punto di vista. Arrivare a Madrid con un risultato che permettesse di essere ancora in gioco era fondamentale per la squadra da Allegri, ma questa volta la missione è stata decisamente fallita, poiché il 3-0 finale a Torino parla da solo e fa capire il netto divario tra le due squadre.

La prima parte di gioco ha visto il Real Madrid passare subito in vantaggio con il solito Cristiano Ronaldo, che al 3′ minuto mette subito la sua firma sulla gara grazie ad un grande assist di Isco. La Juventus ha provato più volte a reagire, creando anche occasioni interessanti, tra cui spicca quella di Higuain nei primi 45 minuti, dove Navas ha compiuto un grande intervento.

La Juventus con l’orgoglio ha cercato di ribaltare la gara, grazie anche alla grande spinta dell’Allianz Stadium, ma il Real nelle ripartenze ha reso tutto più difficile e Cristiano Ronaldo al 64′ si è inventato un gol da manuale del calcio, con una splendida rovesciata che ha fatto alzare in piedi tutto lo stadio. Il Real inoltre ha avuto anche la sfortuna di beccare due traverse, prima con Kross e poi con Kovacic.

A chiudere la gara è stato il brasiliano Marcelo, che al 73′ ha fissato il risultato sul 3-0 e ha ribadito la superiorità netta del Real Madrid, che dopo aver vinto due Champions League di fila si candida ancora una volta come la squadra da battere. Cristiano Ronaldo risulta chiaramente l’uomo gara di questa sera e nel momento della sostituzione è stato applaudito a scena aperta da tutto lo stadio. Per il ritorno sarà una missione impossibile per la Juventus, sia perché il risultato è difficile da ribaltare e sopratutto perché CR7 con il passare degli anni risulta ancora affamato di vittorie.