Milan, Shevchenko contento del mercato: “Higuain sposta gli equilibri”

Parole importanti per il pallone d'oro rossonero

0
75

Sono stati giorni intensi di trattative quelli di questo calciomercato, che sta riservando grandi sorprese e numerosi colpi importanti da parte delle squadre di Serie A. Chiaramente l’arrivo di Cristiano Ronaldo alla Juventus ha motivato molti giocatori a scegliere il calcio italiano per cercare una sfida all’altezza delle aspettative.

L’asse Milan-Juventus ha portato invece ad uno scambio importante, che ha visto Higuain e Caldara sposare il nuovo progetto americano Elliot, con Bonucci che invece è tornato a vestire la maglia bianconera, dopo un solo anno in rossonero da capitano.

A parlare di quest’importante operazione è stato Andriy Shevchenko, uno che di Milan se ne intende abbastanza: “Uguale a nessuno, e nemmeno simile. Basta con questi paragoni, fanno soltanto male. Higuain non assomiglia a me, non assomiglia a Inzaghi, non assomiglia agli attaccanti del passato del Milan. Ma ha avuto una grande storia in Italia e va rispettato per questo. “E’ un acquisto eccellente, un giocatore del suo valore se è motivato vale quei soldi, e mi pare che Gonzalo lo sia. Vede la porta come pochi, conosce il campionato italiano, ha fatto moltissimi gol e mi pare motivato, vista la fine della sua storia con la Juve. Avrà bisogno di essere coccolato, di sentirsi importante. E questo non sarà un problema per il Milan. Negli ultimi anni è andata come è andata, ma mi pare che ora sappiano esattamente come comportarsi. Il Milan è stato la casa dei top player per tanti anni, non posso immaginare che abbiano dimenticato. L’arrivo di Higuain in un mercato così stupefacente ridà orgoglio a tutto l’ambiente del Milan e ai tifosi. E’ un dato importante“.

Successivamente l’ex stella del Milan si è soffermata sullo scambio Bonucci-Caldara: “Un’operazione buona per tutti. Bonucci rafforza la difesa ritrovando i vecchi amici alla Juve, ma il Milan acquisisce un giovane promettente come Caldara e soprattutto con questa trattativa ha creato le premesse per l’ingaggio di un giocatore come Higuain, uno che cambia le squadre, sposta gli equilibri e fa la differenza. E’ un mercato pazzo e bello per la Serie A che riprende forza anche da un punto di vista mediatico. Lo sapete, mi sento in gran parte italiano da un punto di vista calcistico, se il campionato torna competitivo sono contento. Le premesse sono buone, la strada è lunga. Ma la mia amata Serie A sta tornando a essere davvero molto interessante”.

Infine Shevchenko ha parlato dell’idea di diventare un giorno il nuovo allenatore del Milan: “Sono l’orgoglioso c.t. della nazionale del mio paese, in futuro si vedrà. Ma per il momento sono molto contento del nuovo corso del Milan. Il Milan in qualche modo resta la mia casa, tutto quello che la riguarda per me è personale. Spero che tengano Gattuso, è un passaggio fondamentale. Ed è l’ora che entri in società qualcuno di vecchio, cioè nuovo. Maldini? Magari, ora la speranza ce l’ho“.