Polemiche su DAZN, parla Rushton: “Miglioreremo le nostre prestazioni”

Ecco i motivi dei problemi tecnici della nuova piattaforma

0
201

La prima giornata di campionato è trascorsa con alcune polemiche legate all’esordio di DAZN, piattaforma streaming online che si occupa di trasmettere determinati incontri di calcio insieme a tanti altri svariati sport. Molti dei nuovi abbonati si sono lamentati dei problemi di rete avuti durante le partire Lazio-Napoli, Sassuolo-Inter e Parma-Udinese, che hanno impedito una visione tranquilla di tali eventi.

A spiegare ciò che è accaduto è stato James Rushton, CEO di DAZN, che ha parlato dei problemi tecnici durante alcuni match di Serie A:“Per prima cosa, avendo i tifosi al centro del nostro business qualsiasi problema che impatta sull’esperienza di Dazn da parte dei fan è un problema serio e, ovviamente, ci rammarichiamo per i disagi. Dazn monitora la sua pila tecnologica e le relative prestazioni per il consumatore finale in tempo reale utilizzando oltre 250 punti dati individuali. Ciò significa che abbiamo avuto assoluta chiarezza delle prestazioni della piattaforma, incluso il peggioramento del servizio nei primi 20 minuti del secondo tempo di Lazio-Napoli. Considerate che le partite Dazn di Serie A di sabato e domenica sono state il più grande e il secondo più grande evento in streaming mai trasmesso in Italia. All’inizio della ripresa di Lazio-Napoli abbiamo avuto un peggioramento della performance, relativo a un singolo Cdn (i Cdn sono reti di server per la distribuzione dei contenuti audiovisivi che gli operatori acquistano per avere una capacità aggiuntiva, ndr). Ciò ha generato il re-buffering (quando l’immagine si impalla, ndr) per circa il 10% di tutti gli utenti per un periodo di 20 minuti”.