Psg-Napoli, Ancelotti e i ricordi contrastanti: “Qui ho giocato il mio ultimo match in Champions con il Bayern”

Il tecnico pronto ad affrontare una partita molto difficile

0
85

Tutto pronto per il big match di domani sera che vedrà scendere in campo il Napoli in casa del Psg, con Ancelotti che torna nella capitale francese dopo essere stato l’allenatore dei parigini, vincendo la Ligue 1 con grande successo. Tuttavia lo stadio dei francesi raffigura anche dei ricordi meno piacevoli per il tecnico italiano, poiché proprio qui il suo Bayern Monaco venne eliminato dalla Champions.

Ancelotti ha espresso tutte le sue emozioni contrastanti alla vigilia di questo grande incontro, ribadendo che il Napoli è qui per fare la partita e portarla a casa: “Tornare qui procura emozioni contrastati. Qui ho giocato l’ultima partita di Champions con il Bayern e non è stato piacevole, invece la mia esperienza sulla panchina del Psg è stata molto positiva. Tra il match di domani e il ritorno si può considerare uno scontro diretto, anche perché il Liverpool contro la Stella Rossa si può avvantaggiare”.

Come sta Insigne? La squadra sta bene, Lorenzo anche. Ieri non si è allenato al 100%, oggi meglio. Se è al 100% gioca, altrimenti faremo rotazione: lui lo sa”.

Ancora difesa a tre come contro il Liverpool? “Loro sono molto pericolosi davanti, specie in contropiede. L’equilibrio è molto importante, ma il Psg è diverso dal Liverpool”.

Cosa possiamo aspettarci ancora da Ancelotti? “La rotazione può servire da un punto di vista fisico, ma soprattutto mentale. I giocatori si sentono coinvolti e resta alto il livello di tutti. La volontà di continuare su questa strada c’è, anche se più avanti probabilmente allenteremo. Ma non c’è grande differenza tra chi gioca e chi no”.