F1, Hamilton arriva quarto ma è campione del mondo: numeri da record per il pilota Mercedes

Il britannico conquista il titolo anche con una gara non esaltante

0
80

Lewis Hamilton si è ufficialmente laureato campione del mondo al termine del GP in Messico per la quinta volta in carriera, eguagliando il record di Fangio e riuscendo a saper soffrire con intelligenza matematica. A vincere la gara è stato uno splendido Verstappen, che ha preceduto le Ferrari di Vettel e Raikkonen.

Una gara emozionante e ricca di colpi di scena, che ha visto la capacità di gestione del pilota britannico, che sapeva benissimo di potersi permettere di arrivare anche in settima posizione per aggiudicarsi il titolo Mondiale. 

“Sono qui dal 2013, eguagliare quello che ha fatto Fangio con la Mercedes è una sensazione incredibile. E’ una sensazione molto strana quella che provo ora”. Sono queste le prime parole di Lewis Hamilton dopo aver vinto per la quinta volta in carriera il titolo mondiale di Formula 1. “Voglio ringraziare il mio team, non ho vinto il Mondiale qui ma grazie al loro duro lavoro in tantissime gare – ha aggiunto dopo il britannico dopo il quarto posto nel Gran Premio del Messico – Ringrazio chi ha lavorato in fabbrica e tutti i nostri partner”. Sulla corsa odierna Lewis ha ammesso che “è stata una gara orribile, ero partito benissimo, stavo recuperando posizioni poi non so cosa sia successo, ho faticato tantissimo – ha concluso – Ho cercato di tenere duro e di portare la macchina al traguardo”.