Nazionale, tutto pronto per il debutto di Stefano Sensi: il lavoro con il Sassuolo è stato premiato

Il regista pronto a ricercare un ruolo con la maglia azzurra

0
68

Iscritto alla pressoché infinita lista di “nuovi Pirlo”, il mondo del pallone italiano ha scritto oramai tre anni fa anche Stefano Sensi. Nella continua ricerca di registi di centrocampo che sappiano guidare la manovra di una squadra il ragazzo di Urbino ha saputo attirare su di se le attenzioni di molti addetti ai lavori. Prima con il percorso in Serie C con la maglia del San Marino e poi a Cesena dove, nel 2015/2016, seppe imporsi nell’undici titolare romagnolo fino alla corsa playoff. Da qui l’assalto del Sassuolo e lo sbarco del classe 1995 in neroverde due anni fa. Due campionati, i primi nella massima serie, non certo semplici per Sensi. Qualche infortunio di troppo (sono 25 le gare perse a causa di problemi fisici) e un rendimento non sempre eccelso della formazione romagnola sembravano aver frenato la sua crescita, ma le qualità continuano a catturare l’occhio. Compresi quelli del ct Roberto Mancini. Con Portogallo, ultimo match della Nations League, e USA l’ex Cesena avrà modo di misurarsi con i big del calcio italiano. Per dimostrare di essere un giocatore pronto per i grandi palcoscenici.