Serie A, Higuain sprofonda nel baratro: la Juventus abbatte il Milan grazie a Mandzukic e Ronaldo

L'attaccante argentino capro espiatorio dei tifosi rossoneri

0
89

Più sei sul Napoli, più 9 sull’Inter. Alla sosta di Novembre, la Juventus si conferma leader indiscussa della Serie A 2018/2019. Undici vittorie e un pareggio per la squadra di Massimiliano Allegri, che stasera ha addomesticato la sfida a suo piacimento. Ha alzato e abbassato il ritmo secondo le proprie esigenze battendo il Milan con un gol per tempo.
L’unica possibilità per i rossoneri di riequilibrare il match è arrivata a fine primo tempo, un episodio che poteva aprire nella ripresa scenari molti diversi da quelli che abbiamo visto. Ma Gonzalo Higuain, espulso anche nel finale per una reazione fuori controllo, ha sbagliato il penalty che s’era procurato confermandosi un rigorista tutt’altro che impeccabile: sei errori dal dischetto in Serie A su 18 rigori calciati.
L’episodio del 41esimo l’unico momento in cui la Juventus ha perso il controllo del match. Per il resto, netta la differenza tecnica tra le due squadre. Troppo semplice per la Juventus sbloccare il match all’ottavo minuto grazie a un colpo di testa di Mario Mandzukic, troppo evidente il gap tecnico tra le due squadre anche se ci si affida ai freddi numeri: 14 tiri a 5 e possesso palla bianconeri che s’è costantemente aggirato sul 60% a conferma di un controllo della sfera pressoché totale.
Non che la Juventus abbia giocato la sua gara migliore. Anche stasera, ha dato l’impressione di non avere sempre il piede ben pigiato sull’acceleratore. Ma stasera a San Siro è bastato, così come è bastata a Cristiano Ronaldo una gara normalissima per realizzare il suo primo gol a San Siro su azione contro il Milan: il tap-in dello 0-2 che all’81esimo ha chiuso definitivamente il match e confermato i campioni d’Italia saldamente in vetta al campionato.