Napoli, Ancelotti e la promessa ai tifosi: “Se vinciamo canterò un coro”

Parole che rimangono impresse nel cuore dei napoletani

0
88

DAZN ha mandato in onda la seconda parte dell’intervista di Carlo Ancelotti.

Sullo staff: “E’ giovane ma molto preparato. Uno giovane non ha l’esperienza ma ha la motivazione che quelli della mia età non hanno. Io ho esperienza ma ho meno volontà nell’apprendere perchè pensi che le conoscenze che hai sono sufficienti. Lavorare con uno staff giovane è molto stimolante per tutti”.

Sulla città: “Napoli è molto bella. Il clima è stupendo, ci sono delle panoramiche stupende. Poi hai il mare. Quando ero a Londra dicevo ‘vorrei fare un week-end a Capri’ ma era difficile. Qui mi basta mezz’ora. Mi piacerebbe vivere qui altro tempo. Sono un uomo del Nord, ma mi piace l’aria che si respira”.

Una canzone napoletana che le piace? “O surdato ‘nnammurato, ma non la canto. La canterò quando riusciremo a vincere qualcosa”.

Un giocatore del passato che vorrei in questo Napoli? “Difficile dirne uno. Porterei Van Basten o Zidane, ma potrei dire anche Pirlo, Kakà, Ronaldo. Non scelgo nessuno, mi tengo quelli che ho”.