Le pagelle dell’Inter – Keita, aria di derby. D’Ambrosio rischia e crea

Nerazzurri costretti al pareggio dopo essere passati in vantaggio due volte

0
69

Risultato finale: Roma-Inter 2-2 – 37’ Keita (I), 52’ Under (R), 66’ Icardi (I), 75’ rig. Kolarov (R)

Handanovic 6 – Attento in avvio sul cross basso di Zaniolo, idem sul piazzato di Florenzi al quarto d’ora e aiutato dal palo sul piattone del capitano giallorosso al 26’. Immobile sul bolide di Under che firma il pari a inizio ripresa, intuisce il rigore del serbo senza riuscire a neutralizzarlo.

D’Ambrosio 7 Fa buona guardia in proiezione difensiva, spinge sulla destra e al 20’ mette al centro un bel pallone che Perisic spreca. Si ripete al 37’ con l’assist per Keita, rischia su Zaniolo prima di servire l’ex Lazio per il momentaneo 0-1.

De Vrij 6 – Attento nella sua area, concedendo a Schick soltanto l’assist per il palo colpito da Florenzi. Salva su Nzonzi nella ripresa.

Skriniar 6 – Ferma Schick per ampi tratti di partita, si fa rispettare nella sua zona di competenza.

Asamoah 5,5 – Spinge fin dall’avvio, entrando già in area avversaria al 4’. Cala alla distanza e lascia libero Under in occasione del bolide scagliato dal turco dai 25 metri.

Borja Valero 6 – Prestazione di qualità, sfruttando l’esperienza e la classe. Tocca numerosi palloni, senza però riuscire a dare quel qualcosa in più. (Dall’82’ Vecino sv –Pochi minuti in campo per l’uruguaiano).

Brozovic 6 – Costruttore di gioco e ispiratore della manovra. Nasce dal suo corner il secondo gol nerazzurro, ha la colpa di allargare il gomito che spinge Rocchi a concedere il rigore alla Roma.

Keita 7 – Ispirato fin dalle prime battute: corre, rifinisce e cerca la conclusione. Il tiro all’11’ è però centrale e facile presa di Olsen, poi al 37’ sblocca la partita con un tocco ravvicinato. (Dal 63’ Politano 6 – Porta imprevedibilità, ma il suo estro non riesce a superare la difesa avversaria).

Joao Mario 6,5 – Prova a costruire, perdendo però qualche pallone di troppo. Prezioso anche in fase di non possesso.

Perisic 5,5 – Sfiora la rete al 20’ con un colpo di testa da buona posizione, poi fa poco altro per meritare la sufficienza. Spalletti attende di rivedere il vero Perisic. (Dall’82’ Lautaro sv – Pochi palloni per provare a fare la differenza).

Icardi 6,5 – Ci crede (e fa bene) sul cross di Keita al 2’, ma la conclusione aerea termina a lato. Fermato da un grande intervento di Manolas al 5’, sparisce parzialmente col passare dei minuti per poi ricomparire al 66’. Il suo colpo di testa riporta l’Inter momentaneamente avanti.