Cristiano Ronaldo: polizia di Las Vegas richiede esame del dna

Ancora polemiche sulla famosa notte a luci rosse del portoghese

0
57

Non c’è pace per Cristiano Ronaldo. La polizia di Las Vegas avrebbe richiesto alle autorità italiane un esame del Dna del fuoriclasse portoghese, per confrontarlo con le tracce ritrovate sul vestito che Kathryn Mayorga, la donna che lo accusa di stupro, indossava la sera dei fatti. Sull’abito ci sarebbero infatti tracce non appartenenti alla Mayorga.

“Rapporto consensuale, normale ci sia il dna”

L’avvocato del bianconero, Peter S. Christiansen, ha subito reagito: “Ronaldo ha sempre sostenuto, come fa oggi, che quello che è successo a Las Vegas nel 2009 è stato di natura consensuale. Quindi non sorprende che il dna sia presente, né che la polizia faccia questa richiesta standard come parte dell’indagine“.

Le accuse della Mayorga

La Mayorga lo scorso ottobre denunciò CR7 di averla stuprata in un hotel della città del Nevada. Secondo l’accusa, Ronaldo l’avrebbe poi pagata 375mila dollari per tacere sulla vicenda, fatto smentito dal calciatore e dal suo entourage.