Napoli, Ancelotti: “Resta l’ottimismo, l’Arsenal non è impenetrabile”

0
129

Carlo Ancelotti, allenatore del Napoli, dopo la sconfitta contro l’Arsenal è intervenuto ai microfoni di Sky Sport.Tanti i temi trattati, a cominciare dai tanti errori commessi. Cos’è accaduto all’Emirates? Prova a spiegarlo il tecnico azzurro: “Una delle cose che avevamo preparato era quella di cercare di avere coraggio. Sapevamo che qui l’ambiente spinge molto. Ci siamo fatti trovare impreparati, impauriti, abbiamo sbagliato e ci hanno castigato. E’ stato difficile rientrare in partita. In parte ci siamo riusciti, abbiamo ripreso a giocare meglio, creando occasioni abbastanza chiare. Un gol avrebbe reso più facile il recupero al ritorno. Giocheremo in casa e i problemi di timore e paura ce li toglierà il pubblico, che speriamo sarà come al solito molto importante”.

Cosa le dà speranza per la rimonta? “L’Arsenal non è impenetrabile. Nella seconda parte abbiamo preso le misure. Il controllo del gioco c’è stato. Dobbiamo recuperare, quindi giocheremo ad alta intensità, con lucidità e senza frenesia. E’ molto difficile con questo risultato, ma non impossibile”.

Sugli errori tecnici
: “E’ vero, abbiamo sbagliato troppo. Di solito nell’uscita da dietro siamo precisi. Abbiamo pressato molto, poi nella ripresa abbiamo cambiato un po’ ed è andata meglio. E’ stato sorprendente vedere tanti errori”.

Da dove si riparte? “Dal secondo tempo. Dobbiamo toglierci di dosso il timore del primo tempo. Ora è ancor più difficile, ma abbiamo ancora chance da giocarci perché dietro l’Arsenal non è impenetrabile, tant’è che fuori casa ha sempre preso gol. Manteniamo fiducia e ottimismo. L’idea era quella di attaccarli da dietro. Abbiamo cercato l’uscita sui centrocampisti”.

Al ritorno Milik in attacco? “Non è una questione di giocatori, ma di forza offensiva che dovremo mettere nella partita e metteremo sicuramente”.

Lascia un commento