Il punto sulla Premier – La fuga in testa del Liverpool e la caduta delle big

0
117

Corazzata? Sicuramente. Il Liverpool continua a vincere, anche con un pò di fortuna ma non sbaglia un colpo. La squadra di Jurgen Klopp gioca un calcio travolgente, quando appare ferita sferra il colpo vincente e sono punti pesantissimi. Il rigore realizzato da James Milner in pieno recupero contro il Leicester vale il più otto sul Manchester City, un’enormità. Primo posto solitario, punteggio pieno e ottava vittoria consecutiva. Il Manchester City rincorre ma cade per la seconda volta nel giro di quattro giornate. La squadra di Pep Guardiola crea tanto ma non segna, il Wolves resiste e colpisce due volte in contropiede. 0-2 ed Etihad ammutolito, scuro in volto il tecnico spagnolo mentre osserva il Liverpool involarsi da solo al comando della Premier League. E’ un campionato lungo ed estenuante ma i Reds quest’anno hanno una marcia in più.

La caduta delle big, la crisi profonda dello United – Una crisi ormai lunga anni, dall’esonero di Mourinho sono arrivate soltanto delusioni. Il risultato roboante alla prima giornata contro il Chelsea probabilmente ha mascherato tutti i problemi di un Manchester United costruito male e senza idee di gioco. 1-0 contro il Newcastle, un punto nelle ultime tre che certifica la crisi profonda di una squadra abituata a vincere. E’ crisi anche per il Tottenham, dopo le sette reti subite in casa contro il Bayern Monaco ci si aspettava una reazione d’orgoglio degli Spurs che non è arrivata. Pesante il 3-0 subito in casa del Brighton, le stelle della finale di Champions League dello scorso anno sembrano aver perso la bussola.

Chi ha cominciato a correre è il Chelsea, giovani e rampanti gli uomini di Lampard mandano al tappeto il Southampton guidati dal solito Tammy Abraham. L’ex attaccante dell’Aston Villa mette a segno il nono sigillo di una stagione magica e la prima da titolare in Premier League. Da lodare la strategia dei Blues che con il mercato bloccato si sono affidati ai giovani prodotti del vivaio e sentiremo parlare dei vari Tomori, Hudson-Odoi e Mason Mount. L’Arsenal vince anche a fatica contro il Bournemouth, decide nel primo tempo il colpo di testa vincente di David Luiz. Ancora deludente invece lo strapagato Nicolas Pepé. Finalmente convincente l’Aston Villa, vittoria incredibile per 1-5 dei Villans in casa del Norwich con El Ghazi ed il brasiliano Wesley sugli scudi. Crisi nera per l’Everton, contro il Burnley è arrivata la quarta sconfitta di fila che fa precipitare la formazione di Liverpool al quart’ultimo posto della classifica. Grande affermazione del Crystal Palace, 1-2 in casa del West Ham e risultato ribaltato. Non si riprende invece il Watford, terzo pareggio stagionale e ancora a secco di vittorie. 0-0 contro lo Sheffield e rimangono i rimpianti per la grande occasioni fallita dall’ex United Welbeck.

Ecco i risultati dell’ottava giornata:
Brighton-Tottenham 3-0
Liverpool-Leicester 2-1
Watford-Sheffield 0-0
Norwich-Aston Villa 1-4
Burnley-Everton 1-0
West Ham-Crystal Palace 1-2
Arsenal-Bournemouth 1-0
Manchester City-Wolves 0-2
Southampton-Chelsea 1-4
Newcastle-Manchester United 1-0

Lascia un commento