Serie A, Juventus – Napoli si trasforma in uno scontro istituzionale tra Lega Serie A e Asl: grande incertezza per il futuro

0
392

Una serata ricca di polemiche quella andata in scena ieri sera presso l’Allianz Stadium di Torino, con la Juventus che si è regolarmente presentata in campo per disputare il match contro il Napoli e i partenopei che invece hanno disertato la trasferta per via delle restrizioni dell’Asl, che ha costretto i giocatori a stare in isolamento per l’emergenza coronavirus.

Una partita che di fatto ha aperto ufficialmente una guerra tra il governo e il mondo del calcio, incapaci di trovare un dialogo che potesse consentire a livello pratico una intesa in grado di non far emergere polemiche, malumori e malintesi. Da un lato l’Asl affermava che i giocatori del Napoli non dovevano violare l’isolamento, ma dall’altro la Lega Serie A non ha mai annullato la gara in programma ieri alle ore 20:45.

La Juventus si è presentata regolarmente allo Stadium per svolgere la rifinitura pre-partita e riceverà sicuramente la vittoria per 3-0 a tavolino, data dall’assenza degli avversari, anche se adesso la battaglia sembra comunque destinata proseguire in altre sedi, con il Napoli che sarebbe pronto a ricorrere alla magistratura ordinaria.

Una vicenda che potrebbe tornare a cambiare gli equilibri del campionato e creare un precedente in vista degli impegni futuri previsti dal calendario. Mai come adesso c’è bisogno che gli enti sportivi e statali siano a stretto contatto e creino una certa sintonia per dare vita ad un regolamento coerente, che permetta alle società sportive di non dividersi e andare verso una unica direzione, in modo da evitare che episodi spiacevoli come quello andato in scena ieri abbiano ancora seguito, specialmente a certi livelli.

Lascia un commento