Champions League, la Juventus espugna Kiev nel segno di Morata

L'attaccante spagnolo apre e chiude la gara in favore dei bianconeri e regala i primi tre punti in Champions ad Andrea Pirlo

0
158

Inizia con una vittoria il nuovo cammino della Juventus nell’edizione 2020/21 della Champions League. I bianconeri hanno ottenuto tre punti importantissimi nella gara odierna in casa della Dinamo Kiev. Il mattatore della serata è stato Alvaro Morata, che con una splendida doppietta ha fatto fa dimenticare ai suoi l’assenza di Cristiano Ronaldo, risultato nei giorni scorsi positivo al Covid-19.

Il primo tempo

L’inizio della gara ha visto la squadra di Pirlo padroneggiare fin da subito sul terreno di gioco, tanto che già all’8′ minuto i bianconeri hanno avuto una occasione d’oro con Giorgio Chiellini, che da due passi non è riuscito a colpire bene il pallone, mandandolo fuori. Passano solamente 4 minuti e il neo-acquisto Federico Chiesa si mette subito in mostra liberandosi in area e lasciando partire un gran tiro verso l’angolino basso di destra, costringendo Georgi Bushchan ad un intervento miracoloso.

Al 14′ Chiellini spreca la seconda ghiotta occasione personale della serata, con la palla che carambola direttamente su di lui e un colpo di testa che fa la barba al palo destro e termina a lato. Passano solamente cinque minuti e Andrea Pirlo è costretto a sostituire il difensore per infortunio, lasciando spazio a Merih Demiral. Poco dopo la mezz’ora Dejan Kulusevski lascia partire un rasoterra indirizzato all’angolino basso di destra, ma anche questa volta il portiere avversario Bushchan riesce a deviare il pallone in calcio d’angolo.

Il secondo tempo

Neanche il tempo di dare il via alla ripresa e la Juventus è riuscita subito a sbloccare la gara al 46′ con Alvaro Morata, che riesce a sfruttare al meglio una respinta del portiere avversario dopo un destro insidioso di Kulusevski, insaccando da due passi la palla in rete.

La gara prende una piega ben precisa e la Juventus non ha alcun problema nella gestione del momentaneo vantaggio. Intono all’84′ la squadra di Pirlo è riuscita a chiudere definitivamente la partita con uno splendido cross di Cuadrado per lo smarcato Morata, che di testa non ha alcuna difficoltà nell’insaccare la palla in rete e portare a casa una doppietta.

 

Lascia un commento