Champions League, l’Inter rischia il passo falso con il Moenchengladbach: poker dell’Atalanta in Danimarca

0
144

Inter – Borussia Moenchengladbach 2-2

Dopo la disfatta in campionato nel derby contro il Milan i nerazzurri avevano bisogno di un cambio di passo. Conte sapeva che ciò poteva e doveva avvenire in Champions, ma purtroppo tutto ciò non è accaduto. Il primo impegno ieuropeo per l’Inter ha visto un misero pareggio per 2-2 contro i tedeschi del Borussia Moenchengladbach a San Siro, con Romero Lukaku che ancora una volta è costretto a salvare i suoi uomini da una beffa.

A sbloccare la partita era stato proprio l’attaccante belga, che al 4′ minuto del secondo tempo si ritrova il pallone tra i piedi dopo una deviazione e da pochi passi non può sbagliare il colpo vincente e affondare gli avversari. Sembrava una partita in discesa per l’Inter, che successivamente viene raggiunta e superata.

Il primo gol del Borussia Moenchengladbach nasce da un contatto Vidal-Thuram e in questo caso il figlio dell’ex difensore di Parma e Juventus riesce a guadagnare un penalty per i suoi, realizzato successivamente da Bensebaini, che dagli 11 metri non ha nessun problema a superare Handanovic.

Nel finale un gran lancio di Kramer viene sporcato dal tacco di Plea, con Hofmann che si ritrova tutto solo davanti ad Handanovic e lo supera facendo passare la sfera tra le gambe del portiere nerazzurro. Per l’Inter sembrerebbe essere un finale da incubo, ma per fortuna proprio nell’ultimo dei 6 minuti di recupero assegnati Lukaku è riuscito a portare i suoi sul 2-2 dopo un calcio d’angolo battuto da Kolarov.

Midtjylland – Atalanta 0-4

Il poker rifilato in Danimarca da parte dell’Atalanta è la prova che gli uomini di Gasperini anche in questa stagione hanno tutte le potenzialità per poter svolgere un buon cammino sia in Serie A che in Champions. La dura batosta contro il Napoli non ha scalfito l’orgoglio dei bergamaschi, che in casa di un modesto Midtjylland rifilano un poker che mette subito le cose in chiaro.

Ad aprire le danze è stato Zapata, seguito poi da Gomez, Muriel e l’esordiente Miranchuk, che con il sigillo finale chiude la gara sullo 0-4. La squadra di Gasperini si trova in un girone di ferro e nel turno di andata dovrà ospitare a Bergamo Ajax e Liverpool, motivo per cui era necessario ottenere questi tre punti in un contesto che molto probabilmente dovrà vedere i nerazzurri lottare fino all’ultimo sangue per il passaggio agli ottavi di finale.

I risultati di ieri

Ajax – Liverpool 0-1

Bayern Monaco – Atletico Madrid 4-0

Inter – Borussia Moenchengladbach 2-2

Manchester City – Porto 3-1

Midtjylland – Atalanta 0-4

Olympiakos – Marsiglia 1-0

Real Madrid – Shakhtar 2-3

Salzburg – Lok. Mosca 2-2

Lascia un commento