L’imprenditore Luca Caprai intentera’ causa contro l’Amministrazione Comunale di Forte dei Marmi

0
285

La decisione e’stata adotatta in seguito ai controversi comportamenti del Comune,che hanno impedito di realizzare il progetto commerciale “Semiramide”,che prevedeva il lancio di una nuova linea di abbigliamento nella prestigiosa location di Palazzo Quartieri,dove doveva sorgere il negozio progettato dall’architetto Pianosi. Dopo aver vinto il bando indetto dal Comune per Palazzo Quartieri,con tanto di fidejussioni versate e spese per consulenti finanziari e bolli di registro, Caprai si e’ visto sospendere a tempo indeterminato l’inizio dei lavori per un marchiano errore commesso dall’amministrazione di Forte dei Marmi. In particolare, l’amministazione ha illegittimamente varato il bando ignorando di chiedere alle Belle Arti l’autorizzazione per l’approvazione del progetto di ristrutturazione di Palazzo Quartieri, traendo cosi’ in inganno i concorrenti,tra cui Caprai, intenzionati ad affittare l’immobile.
L’imprenditore e’ stato cosi’ costretto a trovare una nuova location in via Carducci 43/B, con ulteriore aggravio di spese, per mettere in vendita i suoi prodotti. Allo scadere del termine del 15 luglio,data in cui Caprai, nonostante le rassicurazioni ricevute dal Comune, avrebbe dovuto ricevere dall’amministrazione di Forte dei Marmi il rimborso delle ingenti spese sostenute per Palazzo Quartieri, nulla e’ stato versato all’imprenditore. Da qui,la decisione di dare mandato all’avvocato Antonia Rita Augimeri di agire in tutte le sedi legali nei confronti dell’amministrazione comunale di Forte dei Marmi per il ristoro delle somme ed il risarcimento per il grave danno economico causato alla sua attivita’ . Parallelamente, Caprai ha deciso di abbandonare ogni tipo di attivita’ nel Comune di Forte dei Marmi mettendo in vendita,a partire da oggi, tutta la merce al prezzo ridotto del 50%.
“Sono costretto ad abbandonare questa localita’ toscana e trasferire il progetto Semiramide all’estero. Ancora una volta, l’Italia ha dimostrato di essere un luogo che scoraggia le attivita’ imprenditoriali, costringendo il privato a scegliere altri Paesi dove affermare il Made in Italy. La vicenda di Forte dei Marmi e’ emblematica della miopia e della sciatteria con cui le amministrazioni trattano chi porta prestigio al nostro Paese”, sottolinea Caprai. “ Per investire a Forte dei Marmi in piena legittimita’, ho ricevuto soltanto un enorme danno economico. Sono rammaricato nei confronti della popolazione di Forte dei Marmi,ma seriamente intenzionato a perseguire i suoi amministratori comunali”.