Un tunnel sotterraneo Piombino/Elba nei piani del Governo?

1
625

6 minuti. Per i più lenti 7 od 8 minuti. Sarà questo il tempo per raggiungere l’Isola d’Elba con l’auto. Niente più libecciate o sciroccate che obbligano le navi in porto o ad estenuanti traversate. Niente più file alle biglietterie. Possibilità di partire o tornare a casa a qualsiasi ora del giorno e della notte. File solo al casello di entrata ed a quello di uscita.
L’Elba perderà la sua identità di isola. I suoi abitanti cambieranno abitudini e stili di vita.
Quando tutto questo? Presto.
Secondo le nostre fonti nei programmi del Governo di Silvio Berlusconi c’è la realizzazione di un’altra grande opera: il tunnel da Piombino all’Isola d’Elba precisamente da Torre del Sale sino a Rio Albano e ci sta lavorando il Ministero delle Infrastrutture.
In pratica si trattebrebbe di una “bretella autostradale” che dall’uscita di Venturina arriverebbe sino a Capo Pero.

Il tunnel sarà lungo circa 14 km tutti sotterranei simile a quello franco-inglese che collega la Francia con il Regno Unito.
Sarà, se realizzata, una grande opera dell’Italia berlusconiana.
Bocche cucite. Massimo Riserbo.
Possiamo solo aggiungere che la notizia ci è giunta perchè in un pomeriggio piovoso alcuni funzionari del ministero hanno visitato una importante azienda italiana per esaminare con i responsabili tecnici e commerciali una particolare e specifica fornitura indispensabile per realizzare il tunnel sotterraneo Piombino/Elba.

Dopo questo articolo arriveranno smentite. Fioccheranno dibattiti o semplicemente ItalyNews.it sarà preso in giro o considerato poco attendibile.
La nostra fonte è attendibile.
Se poi non si ritiene rendere pubblico questo progetto, noi non c’entriamo niente.
Abbiamo solo scritto che alcune persone hanno chiesto il costo e la fornitura di un materiale indispensabile per realizzare un tunnel sottomarino.
Chi vivrà, vedrà.

1 Commento

  1. ancora una gran cag…. di quel demente di berlusconi; ma come si fa a immaginare di distruggere un’isola per i porpri interessi personali

Lascia un commento