Agroalimentare, la Calabria è protagonista sui media nazionali con la liquirizia

0
815

Tra i più rinomati simboli dell’Italia nel mondo, la liquirizia, strettamente legata al territorio e alla sua storia, ha una grandissima opportunità di declinarsi, fuori dal classico prodotto, in diversi altri modi e consumi. Dai liquori al gelato, dall’alta gastronomia, fino alla lavorazione del tabacco. Esportare agroalimentare di qualità, la Calabria ha l’ambizione e le tutte le capacità di poter partecipare, da protagonista, sui mercati esteri.

È quanto ha dichiarato l’Amministratore Delegato Fortunato Amarelli, che insieme alla sorella Margherita guida l’azienda di famiglia, nel corso dello speciale di Mezzogiorno Italia, viaggio del Tgr nel Sud Italia per scoprire aspetti, problematiche, volti e storie ignorati o poco conosciuti. Un incontro con il sud che è cambiato e che sta cambiando.

Amarelli nei giorni scorsi è intervenuto anche nel corso della puntata di Porta a Porta, talk show in seconda serata su Rai 1, condotto da Bruno Vespa, per parlare degli effetti del caro bolletta sulle aziende ed in particolare su quelle della Calabria.  

C’è una radice nell’alto ionio cosentino che unisce mare e monti, Ionio e Pollino. Recita così la voce fuori campo che apre il servizio con le immagini delle vette innevate a picco sul mare, scenario naturale nel quale si inserisce l’impresa culturale Amarelli.

La pianta – il focus si posta nei campi – non è in vegetazione ma è sempre tempo di raccolta. Cresce spontanea in Calabria e in poche altre zone di Italia. Poi bisogna andare in Grecia, Turchia, in Oriente e fino in Cina. La migliore al mondo per l’Enciclopedia Britannica, ciò che distingue maggiormente la liquirizia calabrese da tutte le alre sono le sue proprietà zuccherine ed aromatiche.

Articolo precedenteInclusione e contrasto alla povertà, si cerca uno psicologo
Prossimo articoloI primi 3 pazienti italiani ricevono il SING IMT™ di Samsara Vision, una nuova tecnologia per la degenerazione maculare legata all'età

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here