Ucraina, la concreta solidarietà di Caloveto

0
210

Un vero e proprio Tir carico di beni di prima necessità destinato alla popolazione ucraina sotto assedio. È partito da Piazza dei Caduti nei giorni scorsi e senza soste intermedie raggiungerà le zone di guerra. È una vera e propria catena di montaggio quella che si è attivata intorno a questo progetto di solidarietà al quale hanno contribuito proprio tutti.

È quanto fa sapere il Sindaco Umberto Mazza che insieme al consigliere comunale delegato alla cultura Paolo Laurenzano, referente per l’Amministrazione Comunale, ringrazia la Pro Loco di Caloveto, nella persona del presidente Fabrizio Zicarelli per il prezioso lavoro di coordinamento portato avanti in queste settimane.

La comunità – aggiunge il Primo Cittadino – al quale va il plauso per la sensibilità dimostrata, si è subito attivata per raccogliere indumenti, viveri a lunga scadenza, latte, pasta, pannolini, assorbenti, detergenti per l’igiene personale ed ogni bene utile da inviare alle tante famiglie ucraine costrette ad abbandonare la propria casa.

È stato tutto accuratamente impacchettato e caricato, proprio con l’aiuto dei tantissimi volontari, sul tir con il carico esclusivo da Caloveto. Il mezzo è stato individuato grazie alla sinergia instaurata con Calabria Soccorso e Padre Vasili, parroco ucraino che vive a Crotone che sta promuovendo queste campagne di solidarietà.

Articolo precedenteUna rete tra istituzioni per la digitalizzazione: la proposta di Anci Calabria per eliminare il gap con il Nord
Prossimo articoloCatania, tutte le iniziative degli Architetti

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here