Anarchici insidia vera, continuano a darsi precisi obiettivi, guai a cedere

0
279

“Il pericolo rappresentato dagli anarchici è reale e concreto. E’ un pericolo mai cessato, e i relativi movimenti, a tratti apparentemente sopiti, stanno tornando in auge, perseguono precisi obiettivi che vengono accuratamente comunicati e perseguiti all’interno dei collettivi, e richiedono adesso che si alzi ulteriormente la guardia. Sull’intera realtà degli anarchici, non si può arretrare di un passo, tutt’altro. Gli attentati di queste settimane contro i nostri diplomatici, le minacce spintesi fino a coinvolgere il direttore del Tirreno, il procuratore generale Francesco Saluzzo ed altri ma anche ulteriori servitori dello Stato indicati in maniera altrettanto chiara con nomi e cognomi come ‘obiettivi’ nella rete di comunicazione anarchica, i disordini registrati fino a ieri sera a Roma, e la molotov contro il Commissariato Prenestino ci riportano, con prepotenza, al periodo peggiore della nostra storia recente, e conosciamo troppo bene fenomeni così striscianti e subdoli per sottovalutarli”.

Così Valter Mazzetti, Segretario Generale Fsp Polizia di Stato, dopo i tanti episodi di violenze, attentati e minacce verificatisi in queste settimane, che gli inquirenti inquadrano nell’unico contesto di matrice anarchica. Sono tutti episodi che si accompagnano a una insistente campagna che pretenderebbe la revoca del regime del 41bis ad Alfredo Cospito. Da ultimo ieri sera disordini si sono verificati soprattutto a Roma, dove nella notte una molotov è stata lanciata contro il Commissariato Prenestino.

“Oggi dobbiamo stare più che mai allerta – insiste Mazzetti -, e non solo con i nostri valorosi colleghi che scendono in strada a fronteggiare pericoli diretti, come è successo ieri sera a Roma dove la professionalità delle forze dell’ordine ha consentito di portare a casa il miglior risultato nonostante i disordini provocati dai soliti violenti. Oggi le migliori risorse dello Stato, in sinergia fra loro e con il più totale appoggio della politica e delle istituzioni, sono chiamate a fermare pericolosi rigurgiti di sovversivi animati dall’odio”.

“Esprimiamo la nostra solidarietà ai colleghi del Commissariato preso di mira stanotte – conclude Massimo Nisida, Segretario Fsp Roma -, ed anche a tutti gli altri che, portando la divisa, si confermano come principale obiettivo della lucida follia degli anarchici”.

Articolo precedenteCORIGLIANO – ROSSANO | INTRATTENIMENTO, 500 MILA EURO PER NATALE E CAPODANNO
Prossimo articoloTURISMI, ESPERIENZA TROPEA PROTAGONISTA SU TG2

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here