Premio Stelle dello Spettacolo

0
336

Si è conclusa sabato 5 agosto, con la serata di gala nel suggestivo scenario del borgo medioevale di San Gusmé, comune di Castelnuovo Berardenga (Siena) la settimana della quarta edizione del Premio Stelle dello Spettacolo. Un evento sempre più seguito e atteso, che richiama pubblico e stampa da tutta Italia. Lo spettacolo andato in scena sabato sera ha visto sul palco i premiati illustri e artisti che hanno dato vita a un lungo fluire di emozioni, tra musica, performance, racconti e sorprese, davanti a un folta e calorosa platea. Introdotti da Marco Predieri, elegantissimo padrone di casa, nonché direttore artistico fin dalla prima edizione, insieme al collega Raffaele Totaro (con il quale formano un affiatato duo dalle sfumature comiche) e allo charme brillante di Danila Stateri, poliedrica attrice romana, anche lei insignita del Premio, e di Elettra Tercon (proveniente dagli stage del premio stesso), giovane artista e cantautrice, sul palco si sono passati il testimone i diversi ospiti, da Cinzia Berni (premiata per la drammaturgia) a Sarà Paniccià, in arte Sindrome (cantante e cantautrice emergente), il grande Maurizio Micheli (premio alla carriera), Benedicta Boccoli, fascino ed eleganza per un talento ricco di sfumature, il poeta popolare della canzone italiana Beppe Dati, che ha portato in dono anche la grande voce di Marilena Catapano, accompagnati al pianoforte dal m° Gianfilippo Boni, poi la verve di Daniela Airoldi, personaggio felliniano tra Prevert ed Edith Piaff, la simpatia di un’attrice italiana impegnatissima sui set internazionali, Dora Romano, e ancora i colori e i brividi della Compagnia delle Formiche, leader dei musical made in Italay, che ha regalato tre momenti di grandissimo spettacolo con alcuni medley dei suoi più famosi show, Alice e Mortina in primis. Ad aprire lo spettacolo è stato l’illusionista Andrea Geminiano, con un numero di alta magia, poi tornato in scena per un simpaticissimo duetto con Dora Romano. Brividi su “Gli uomini non cambiano”, scritta da Dati per Mia Martini e qui interpretata magistralmente da Marilena Catapano, seguite con attenzione le esibizioni di SindroMe e di Elettra Tercon, voci nascenti della canzone italiana. Il tutto è stato preceduto dal tradizionale red carpet all’ingresso del Borgo, con le star e il pubblico accolti dallo stesso Predieri, poi il cocktail di gala dove per altro si sono resi protagonisti i giovanissimi partecipanti agli stage legati alla manifestazione, tra cui quello di magia, tenuto da Geminiano. Il Premio, legato al territorio e al vino, vera ricchezza di questo angolo di Toscana, ha avuto come partner per questa edizione uno dei marchi leader del Chianti Classico Berardenga, Azienda San Felice, che ha offerto i suoi pregiati prodotti sia in degustazione al pubblico, sia, nelle sue eccellenze abbinate agli artisti, come riconoscimento ai talenti della scena. A impreziosire la cornice ci ha pensato la maestria tecnica di Matteo Lorini, mago delle luci e della fonica, che ha saputo creare le atmosfere più spettacolari per sottolineare le diverse esibizioni e moneti della lunga kermesse, prodotta, come di consueto, dall’imprenditrice Laura Cellerini per Altrove Teatro e Casale Rosennano. All’evento erano accreditate diverse emittenti tv e stampa e come sempre si è svolto con i patrocini e il sostegno di Comune di Castelnuovo Berardenga e Consiglio Regionale della Toscana e grazie all’impegno di storici sponsor, su tutti Punto Etichette e Mobili Ambra. Appuntamento ora all’edizione 2024, alla quale Patron e direttore artistico stanno già lavorando.

Articolo precedenteCOMUNI BALNEARI AL VOTO AL MASSIMO A MARZO
Prossimo articoloFrutta e diabete: quella da mangiare e da evitare

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here