Cerebrolesione acquisita, sviluppato un software al fine di aiutare le persone con esiti di grave cerebrolesione acquisita

Presentato un programma in grado di adattarsi alle esigenze dell’utente senza intervento di operatore

0
316

Roma – Per chi subisce una lesione che provoca un danno celebrale, l’attività di continuo esercizio delle proprie funzioni cognitive è fondamentale per il mantenimento e il miglioramento della qualità della vita. Per questo Ass.C.A. OdV (Associazione Cerebrolesioni Acquisite) si è impegnata, grazie anche ad un contributo della Fondazione CR Firenze, nello sviluppo di un software al fine di aiutare le persone con esiti di grave cerebrolesione acquisita (GCA).

Si tratta di un programma per il training cognitivo fruibile inoltre da un ampio ventaglio di utenti: soggetti con decadimento cognitivo, ritardo mentale o semplicemente da coloro che desiderano tenere in allenamento tutte le funzioni esecutive. Il programma si adatta automaticamente alle capacità di ogni singolo utente proponendo il giusto livello di esercizio. Man mano che l’utente progredisce, il sistema si auto-modula e ciò lo rende estremamente flessibile e personalizzato.

Le caratteristiche con le quali è stato progettato il software, fanno sì che possa essere utilizzato sia da utenti con forte compromissione cognitiva che da soggetti ad altissima funzionalità. Il sistema inoltre combina automaticamente tutte le possibili variabili di modo che non risulti mai ripetitivo.

Il software, sviluppato dagli ingegneri Davide e Giuseppe Guarascio, sarà fruibile gratuitamente online mediante qualsiasi browser e verrà messo a disposizione di tutti gli associati Ass.C.A. e di coloro che ne faranno richiesta.

La presidente di AssCA Beatrice Marsella nell’occasione ha presentato inoltre le numerose attività e servizi che l’associazione offre a tutti gli associati e ha ricordato che: “Le persone affette da cerebrolesioni acquisite sono malati complessi che hanno necessità e diritto di un aiuto spesso anche per svolgere le funzioni più semplici. Investire per poter far arrivare questo aiuto anche dalla tecnologia è importante perché è proprio grazie alla tecnologia che sarà possibile aiutare un numero sempre maggiore di pazienti a mantenere o migliorare le proprie capacità cognitive e quindi a vivere al meglio possibile la propria vita”.

Chi è Ass.C.A.
L’associazione Ass.C.A. è una OdV fondata nel 2005 da un gruppo di famigliari coinvolti nelle gravi cerebrolesioni acquisite (GCA), al momento conta circa 1400 soci e si occupa di tutte le patologie afferenti le GCA: ictus, emorragie cerebrali, traumi cranici, stati post anossici ecc.
Principali scopi:

  • Promuovere e organizzare tutte quelle iniziative in grado di garantire una migliore qualità di vita ai soggetti con cerebrolesioni acquisite, il loro recupero e il reinserimento socio lavorativo a partire da un percorso di riabilitazione cognitivo comportamentale in stretta sinergia con la SOSD per le GCA dell’AUSL TC con sede centrale presso l’Ospedale San Giovanni di Dio a Torregalli.
  • Fornire ai famigliari un supporto e una guida attenta nella gestione dei propri cari con esiti nonché un servizio di ascolto, informazione e consulenza anche di carattere amministrativo e medico legale;

Per raggiungere tali obiettivi, l’Ass.C.A. è impegnata quotidianamente in attività di stimolazione e riabilitazione cognitivo-comportamentale, supporto psicologico, organizzazione di attività di socializzazione che rientrano tutte nella realizzazione del progetto individualizzato offerto ad ogni socio con il coinvolgimento dell’intero nucleo familiare.

Articolo precedenteREPLY: Storm Reply realizza per Audi un chatbot che sfrutta l’Intelligenza Artificiale per la gestione della conoscenza interna
Prossimo articoloNuovo aumento delle temperature, anche a Natale clima mite
Business Advisor in Advanced Air Mobility and Urban Air Mobility, Unconvetional Marketing, Blue Ocean Strategy www.cacelli.com r.cacelli@cacelli.com

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here