Comcessioni balneari

0
772

Obbligo della gara per le concessioni balneari. Da una parte, c’è chi la ritiene errata e frutto di una forzatura perché nell’atto di concessione del demanio prevarrebbe il bene in se’ e non il servizio che si eroga su di esso o attraverso di esso e, ancora, che le forme di evidenza pubblica trovano la loro disciplina già nel Codice della navigazione. Dall’altra, chi la rigetta (come nel caso dell’Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato), perché ritiene la distinzione tra concessione del bene ed autorizzazione all’esercizio del servizio, di stampo giudico formale e, quindi, da considerarsi superata nell’ottica funzionale e pragmatica che caratterizza il Diritto dell’Unione. Secondo l’Europa il diritto di utilizzare economicamente una risorsa naturale contingentata incide sempre sull’assetto concorrenziale del mercato, con tutte le conseguenze del caso. – Sono, questi, alcuni degli interrogativi che saranno sviscerati nel corso dell’evento regionale promosso dalla sezione di Rossano dell’Associazione Italiana Giovani Avvocati (AIGA), dalla SIAA (Società Italiana Avvocati Amministrativisti), che sarà ospitato a Corigliano-Rossano, nella sala consiliare di piazza Santi Anargiri, nel centro storico di Rossano, venerdì 22 e sabato 23 aprile.

Demanio marittimo, bene comune e risorsa economica. Le concessioni balneari: iniziativa privata e funzione sociale. Il difficile equilibrio nel sistema delle tutele. – È, questo, il titolo e tema del convegno di studi patrocinato dalla presidenza del Consiglio Comunale di Corigliano-Rossano, dalla Provincia di Cosenza e dalla Regione Calabria al quale interverranno illustri giuristi, rappresentanti delle istituzioni pubbliche, che devono occuparsi del problema e rappresentanti di categoria.  L’evento è stato accreditato ai fini formativi per gli avvocati con il riconoscimento di 5 crediti da parte dell’AIGA.

Ci si chiede – sottolinea il Presidente dell’Aiga – sezione di Rossano, Luca Candiano – se sussistono ancora spazi per contrastare l’impostazione preferita da alcune forze parlamentari e dalle organizzazioni degli operatori); oppure se bisogna assumerla come ineludibile punto di partenza per l’emanazione delle nuove norme in materia, come pare sia nelle intenzioni del Governo, che sul tema ha proposto un emendamento al DDL Concorrenza da approvare in tempi brevi perché legato ai Fondi del PNRR. Insomma un’impegnativa e complicata ricerca del difficile equilibrio nel sistema delle tutele.  

IL PROGRAMMA.

Venerdì 22, alle ore 15, dopo gli indirizzi di saluto del Presidente del Consiglio Comunale Marinella Grillo, coordinati e introdotti da Luca Candiano, presidente AIGA – Sezione di Rossano, seguiranno gli interventi e le relazioni della professoressa Laura Lamberti dell’Università della Campania Vanvitelli, del professore Alfonso Celotto, docente di diritto costituzionale all’Università Roma 3 e dell’avvocato Antonio Capacchione, Presidente del Sindacato Balneari (Sib). Coordinati dall’avvocato Oreste Morcavallo (SIAA) i lavori della seconda sessione in programma per le ore 9 di sabato 23, inizieranno con la relazione di Nicola Durante, Presidente del Tar Salerno. Seguirà una tavola rotonda. Coordinati dall’avvocato Nicola Candiano, delegato circondario SIAA, vi parteciperanno il professore Luigi Marattin, Presidente della Commissione Finanze della Camera Deputati, il Sindaco di Corigliano – Rossano, Flavio Stasi e l’assessore al turismo, marketing territoriale e mobilità della Regione Calabria Fausto Orsomarso.

Articolo precedenteGiornata mondiale del libro
Prossimo articoloGiancarlo Greco vicepresidente di Unimpresa

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here