Acea: il sindacato alza la voce e contesta i super-managers

0
430

DALLE SEGRETERIE REGIONALI E COMPRENSORIALI FILCTEM – FLAEI – UILCEM riceviamo e pubblichiamo.

“La multi utility capitolina è bloccata da mesi, gettando in una situazione insostenibile di confusione i “servizi da garantire agli utenti”. Il „sindacato‟, dopo la battaglia durata 7 mesi e la dichiarazione di “sciopero generale”, prodotta dalle proteste dei lavoratori per le strade della capitale, a cui sono seguiti: l‟intervento del prefetto di Roma; un consiglio comunale straordinario; l‟intervento delle forze politiche capitoline e dello stesso sindaco Gianni Alemanno e culminate nell‟accordo (sottoscritto dopo le festività natalizie) tra Acea
Spa e Filtcem Flaei e Uilcem , sta saltando per un‟inaccettabile inerzia manageriale. Le OO.SS sono costrette a chiedere: Acea…dove sei?

I Responsabili dell‟azienda ormai si nascondono nelle loro stanze dorate. Il Presidente Giancarlo Cremonesi è interessato soltanto a moltiplicare gli incarichi ed é -inevitabilmente- assente dal ruolo assegnatogli in azienda. L‟Amministratore Delegato, Marco Staderini, è attento soltanto a mantenere in equilibrio i “complessi gineprai procedurali” e fà poco o niente per risollevare le sorti del Gruppo ACEA, prossimo ormai al collasso gestionale. Il Direttore Generale, Paolo Gallo é attento soltanto a bloccare l‟ordinaria gestione delle “società operative e i pagamenti ai fornitori”. Ma disponibile a “derogare al blocco delle assunzioni” per assumere almeno tre nuovi diligenti Dirigenti di sua fiducia, mentre operai, impiegati
e tecnici sono costretti ad operare nelle peggiori condizioni.

E‟ bene ricordare che il vertice societario spiegò alle tre sigle, che: “il Direttore Generale era stato assunto per mettere ordine ad una gestione Aziendale un po‟ caotica e fuori controllo”. Adesso, le segreterie sindacali chiedono: “dopo ormai 4 mesi di prova, chi assumeremo per controllare l‟azione molto caotica e per nulla risolutiva del Direttore Generale?”

Intanto, un altro “super-manager” (Ord. di servizio n.2/2011) é arrivato all‟Acea. Si tratta di Andrea Gallozzi (proveniente dalla Procter&Gamble) e si legge che è stato assunto per “definire il modello di controllo del Gruppo, coordinare l‟impostazione dei sistemi di contabilità industriale di concerto con la Funzione Amministrazione, Finanza e Controllo” ossia con il Direttore Finanziario Giovanni Barberis, anch‟egli da poco più di una anno e mezzo a piazzale Ostiense. Per cui cos‟altro manca per far ripartire l‟Acea?

Nel frattempo il Direttore del Personale è sparito, forse vittima dell‟ennesimo inutile e costoso spoil system messo in atto chissà dove e perché. E l‟Acea?? Gli accordi sottoscritti con le OO.SS.?? I lavoratori?? I
Clienti?? I cittadini utenti e azionisti?? DETTAGLI!!

E‟ questa l‟inquietante verità che Filctem Flaei e Uilcem non sopportano e denunciano, pretendendo chiarezza, trasparenza, risposte subito alle legittime richieste di tutti dipendenti che ogni giorno lavorano -tra mille difficoltà- con dedizione e impegno. I segretari regionali e comprensoriali, riaffermano che: “l‟Acea é il fiore all‟occhiello della città di Roma, un bene di tutti i cittadini e non di pochi „grandi azionisti‟ o di presunti top manager allo sbaraglio”. Se le criticità “economico finanziarie e gestionali” stessero suggerendo al Sindaco Alemanno e ai “super nominati” di creare un “nocciolo duro” nell‟azienda dell‟acqua, della depurazione, della distribuzione elettrica, dell‟illuminazione pubblica e della termovalorizzazione dei rifiuti,
per qualche diavoleria nascosta, sappia che il Sindacato a questo gioco non ci sta!

Nell‟attuale fase di grande criticità che colpisce Roma, Filtcem Flaei e Uicem pretendono concrete azioni di rilancio e massima trasparenza delle scelte strategiche del Gruppo.

“Le parti nel rispetto dei reciproci ruoli hanno nel tempo definito un modello di relazioni industriali di alto profilo per valorizzare le modalità di partecipazione agli obiettivi strategici del Gruppo”. E‟ questa la linea maestra da rispettare, a cui nessuno può sottrarsi !

Articolo precedenteSi presenta il poliziesco di Rosario U. Andreanò “Coraggio di coscienza” (Ed. La Zisa)
Prossimo articoloMoody’s potrebbe tagliare il rating di 16 banche italiane. Ecco gli istituti coinvolti

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here