Gazzarra, proteste e alla fine arriva lo sbarramento del 4%. Chi non lo supera niente seggio a Strasburgo

0
696

montecitorio6Dopo una giornata “rissosa” da parte dei partiti minori non presenti in Parlamento, il PdL e la Lega dicono sì alla soglia del 4% per le elezioni europee, mentre i partiti minori della maggioranza si dissociano.
Sono stati 517 i sì, 22 i no e 2 gli astenuti. Il nuovo meccanismo elettorale, approvavato da PdL-Lega e Pd-Udc-IdV ora va al vaglio del Senato.
“Gli elettori non commettono errori. Gli elettori non vogliono la frammentazione”, dice Verdini.
“Non c’è alcuna lesione alla democrazia, noi vogliamo -precisa- una legge europea”, alle politiche “il 70% dei cittadini hanno votato per il PdL o il Pd”. Dussin (Lega) dice sì alla soglia, ma avverte: “I consensi politici si conquistano con i programmi e partiti radicati”.

Articolo precedenteRussia, cade dirigibile fuori Mosca
Prossimo articoloBerlusconi promette aiuti. Ai soliti noti
Business Advisor in Advanced Air Mobility and Urban Air Mobility, Unconvetional Marketing, Blue Ocean Strategy www.cacelli.com r.cacelli@cacelli.com

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here