Sanità, a Catania convegno su prevenzione e diagnosi prenatale

0
148

ACI BONACCORSI – Fornire un quadro scientifico qualificato e interdisciplinare su una materia complessa e in continuo aggiornamento: la diagnosi prenatale. È questo l’obiettivo del Convegno che si terrà sabato 15 giugno alle ore 15.00 presso idipharma – via Goffredo Mameli 12, Aci Bonaccorsi (Catania) – che vedrà riuniti ginecologi provenienti da tutto il territorio nazionale, per una sessione formativa sulle più recenti evoluzioni della genetica e delle indagini – sia strumentali che di laboratorio – sempre più sofisticate, che permettono di avere informazioni dettagliate sullo stato di salute della placenta e del feto, anche in tempi molto precoci della gravidanza.
Il ruolo dell’ecografia, la prevenzione periconcezionale (medicina materno-fetale che si occupa della coppia prima del concepimento e della gravidanza fino alla 22° settimana di gestazione), la consulenza approfondita del genetista, la supplementazione con integratori durante la gestazione. Oggi è possibile minimizzare i fattori di rischio e potenziare quelli protettivi, grazie anche al lavoro di rete degli specialisti, che consente di avere un quadro d’interpretazione complessivo per prevenire le patologie in gravidanza. Dalla scoperta di nuovi markers predittivi per l’identificazione del rischio sia materno che fetale, all’introduzione di screening non invasivi che oggi consentono d’identificare la frazione fetale di DNA presente nella circolazione materna e di verificare, con precisioni ormai molto vicine al 100%, la presenza di un cariotipo anormale.
L’evento scientifico “Prevenzione e diagnosi precoce di patologie genetiche e feto/placentari” sarà suddiviso in due sessioni. Alla prima, moderata dal prof. Paolo Scollo (direttore UOC Ostetricia e Ginecologia Azienda Ospedaliera Cannizzaro di Catania), interverranno Giancarlo Conoscenti, Sebastiano Bianca, Cristina Gorgone, Irene Cetin e Silvio Abati. La seconda, moderata dal prof. Giuseppe Ettore (direttore U.O. Ostetricia e Ginecologia, ARNAS Garibaldi Nesima di Catania), vedrà la partecipazione di Giuseppe Calvo, Irene Cetin e Elisa Pappalardo.

Articolo precedenteLa Fondazione Marco Fileni sostiene i migliori studenti di Ancona e Macerata attraverso l’VIII edizione del progetto “Crediamo nei giovani”
Prossimo articoloSTORIA SCATOLINE LIQUIRIZIA AL MINISTERO MADE IN ITALY – AMARELLI NEL RACCONTO SENZA SCADENZA

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here