Isola d’Elba, ritrovati 14 quadri. Ne mancano ancora 21. Dove sono?

Opere pittoriche raffiguranti l'Isola d'Elba realizzate nel secolo scorso e di proprieta' di enti pubblici scomparse nel nulla. Alcune ritrovate, ma la ricerca continua.

0
131
Carlo Dominici - Isola d'Elba

Londra – Nel precedente articolo sulla scomparsa all’Isola d’Elba di oltre 35 quadri di proprieta’ di enti pubblici che non si erano mai interessati al problema, avevamo scritto di aspettare le risposte dall’istituzione provinciale.

Ebbene la risposta e’ arrivata.

Lo ha comunicato la Provincia di Livorno al Cittadino elbano che ne aveva fatto richiesta il giorno 8 febbraio 2024 circa 7 mesi dopo la richiesta .

I quadri, in Provincia, non sapevano se li avevano e di conseguenza non sapevano dov’erano: non è un granche’ come conservazione di beni culturali.

I quadri sono stati cercati a Livorno e a Portoferraio, in vari luoghi (musei, palazzi, ville, appartamenti, archive, infopoint, etc.), fra i quali anche edifici dismessi, centri cantonieri (!) e, chissà perché, anche in locali di proprietà di altri enti.

Da quanto noi apprendiamo l’indagine e’ iniziata negli ultimi giorni di dicembre 2023 ed e’ proseguita sino ai primi giorni del 2024.

La Provincia ha anche provveduto alla ricerca documentale trovando 10 inventari (dal 1955 al 2007) ed al termine di essa ha riscontrano n. 14 quadri identificati e localizzati sul totale di n. 35 della lista presentata dal Cittadino.

I 14 quadri rinvenuti si troverebbero (ma non si capisce se è lì che sono stati rinvenuti) 4 nella “Villa del Presidente” di Livorno e 10 nella sede provinciale distaccata di Portoferraio, in Viale Manzoni.
Sembra che siano quasi tutti in buono stato.
Non tutti ma alcuni quadri sono stati ritrovati.

All’appello ne mancherebbero 21.

La Provincia, nella risposta, ha scritto, incredibilmente, che il lavoro svolto “è da considerarsi conclusivo”, ma mancano all’appello almeno 21 quadri, la maggior parte di quelli a suo tempo di proprietà degli enti elbani.

Sono spariti (non si sa come) e non si sa se la sparizione sia avvenuta prima o dopo la soppressione della Agenzia per il Turismo, perché fra questa e la Provincia non è stato sottoscritto alcun verbale di consegna, mentre dopo non risulta alcun inventario dei quadri né risulta che siano stati assicurati.

Esistono ancora questi 21 quadri?
Se sì, dove si trovano?

In conclusione, per il momento, e’ che mancano ancora 21 quadri.

I media locali tacciono. I politici locali tacciono. Tutti tacciono. Intanto parte del patrimonio culturale pittorico del ‘900 elbano, nel silenzio piu’ assoluto, si e’ dissolto nel nulla.  Ma non noi. Noi, e forse non solo noi proseguiamo la ricerca. (continua)

Articolo precedenteGli astronauti soffrono di mal di testa da spazio
Prossimo articoloRestituire al mittente? Solo se è comodo

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here