Ottimo lo stato di salute delle 3 università abruzzesi

0
34

«Secondo il QS World University Ranking 2024, l’Università degli Studi Gabriele d’Annunzio di Chieti-Pescara è tra le migliori 1.000 università al mondo» fanno osservare gli specialisti di Ellesse Group Formazione e Lavoro (www.ellesse-group.it), ente accreditato dalla Regione Abruzzo che eroga corsi in grado di far acquisire una qualificazione professionale riconosciuta a livello nazionale.
«Mentre l’Università dell’Aquila si era già classificata al primo posto tra gli atenei del centro-sud ed al decimo posto assoluto tra le università statali nella classifica delle università italiane stilata da Il Sole 24 Ore» aggiungono i responsabili di Ellesse Group, secondo i quali la realtà abruzzese è virtuosa, con maggiori opportunità di avere successo nello studio e di trovare lavoro, rispetto al resto d’Italia.
Merito delle università, meno affollate e più vicine agli studenti, ma anche dei molteplici corsi di formazione, come quelli di Ellesse Group, attraverso i quali progredire nelle carriere ed aumentare il potenziale di crescita personale.
«Ci stupisce quindi che le università abruzzesi siano state invece bocciate nell’edizione 2023/2024 della Classifica Censis delle Università Italiane» fanno notare gli esperti di Ellesse Group.
In questa classifica del Censis, l’Università degli Studi dell’Aquila si posizionerebbe infatti all’ultimo posto tra gli atenei statali di medie dimensioni (da 10 a 20 mila iscritti), la Gabriele d’Annunzio di Chieti-Pescara al penultimo posto tra le università di grandi dimensioni (da 20 a 40 mila iscritti) e l’Università di Teramo al terzultimo posto tra quelle di piccole dimensioni (fino a 10 mila iscritti).
«Quella di Teramo è invece anch’essa un’ottima università, con professori preparati e sempre disponibili, come in una grande famiglia» conclude l’ente formativo Ellesse Group.
L’università teramana punta molto sull’ambiente, l’ecosostenibilità, l’inclusione sociale, la pace, la multiculturalità ed il lavoro: «un’ottima scelta» secondo il ministro dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica Gilberto Pichetto Fratin che lo scorso marzo, insieme al rettore Dino Mastrocola, ha inaugurato presso la sede di Lanciano di questo ateneo il corso si laurea in Diritto dell’Ambiente e dell’Energia, il primo ed unico in Italia.

Articolo precedenteAPRILIA FILM FESTIVAL: aperte le iscrizioni per partecipare alla VI edizione
Prossimo articoloDoppietta azzurra nei 100 mt agli Europei

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here