Coronavirus in Sicilia, 62enne va al mare ogni giorno: “sono un uomo libero. Pagherò le multe, posso permettermelo”

0
547

Domenico Finazzo, è il nome del cittadino palermitano che si è ribellato alle restrizioni imposte dal Governo per combattere il Coronavirus. L’ex imprenditore di 62 anni ha racimolato ben cinque sanzioni per violazione delle misure in cinque giorni, ciascuna da 300 euro. Le forze dell’ordine lo hanno scovato sulla spiaggia completamente deserta di Mondello (in provincia di Palermo) e lo hanno obbligato ad andar via col telo da fare addosso: “ero disteso al sole. A un certo punto poco sopra alla mia testa ho visto un elicottero dei carabinieri. Sono stato costretto ad andare via avvolto nel mio telo da mare per difendermi dal vortice di sabbia provocato dalle eliche dell’elicottero”. In un’intervista a La Repubblica il sign. Finazzo ha spiegato che per lui il Covid-19 è stato sconfitto, non intende rispettare i provvedimenti ministeriali: “è tutta un’esagerazione. Non aderisco a prescrizioni assurde. Pago ma non mi piego a queste regole. Ho grande rispetto per le vittime e anche per la legge. Infatti, io pagherò quanto devo. Non mi sono mai ribellato alle forze dell’ordine. Ho sempre detto di scrivere, tanto sarei tornato comunque al mare il giorno dopo. Sono sereno, non voglio offendere nessuno col mio atteggiamento. Semplicemente la penso diversamente. Vivo di rendita, quindi pago perché posso permettermelo. Ero titolare di un supermercato che poi ho chiuso. La piscina, il cemento, sono un’altra cosa. A me piace la sabbia e il mare”.

 

Articolo precedenteSicilia, dalla Regione contributi per l’affitto: fino a 150 euro al mese per le famiglie in difficoltà
Prossimo articoloEffetto coronavirus, a Messina diminuiscono i rifiuti indifferenziati e differenziati: il lockdown incomincia a farsi sentire e la crisi incide sui consumi

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here