Usa 2024, Trump condannato nel processo a New York: il verdetto della giuria

0
88

I 12 giurati hanno espresso il loro verdetto sul processo a carico dell’ex presidente Donald Trump a New York, giudicandolo colpevole all’unanimità dopo due giorni di camera di consiglio. L’accusa ai danni del tycoon era quella di aver pagato in nero la pornostar Stormy Daniels con 130mila dollari per comprare il suo silenzio su una relazione risalente al 2016. Questa mossa avrebbe anche portato alla falsificazione dei documenti contabili della sua holding per poter effettuare il pagamento incriminato.

Si tratta di una giornata storica per gli Stati Uniti, poiché è la prima volta che un ex presidente americano subisce una condanna in un processo penale. In questo modo Trump diventa anche il primo condannato a correre per la Casa Bianca come pregiudicato.

Secondo quanto riferito dall’Associated Press, il tipo di condanna a cui andrà incontro Trump sarà reso noto in una sentenza che verrà annunciata il prossimo 11 luglio dal giudice Juan Merchan, quattro giorni prima della Convention Nazionale Repubblicana. Il tycoon rischia una condanna che spazia da una semplice multa fino quattro anni di reclusione.

La prima reazione di Trump dopo la notizia di condanna è stata quella di ribadire la sua innocenza:“È stato un processo farsa, è una vergogna. Sono un uomo innocente”, ha affermato il tycoon fuori dall’aula di tribunale di New York, ribadendo la sua volontà di continuare a combattere e che “il vero verdetto sarà il 5 novembre”.

Il verdetto è stato letto nell’aula del tribunale di Manhattan dove Trump è sotto processo dal 15 aprile. Si era dichiarato non colpevole di tutti i 34 capi di imputazione di falsificazione di documenti aziendali relativi al pagamento segreto effettuato dal suo ex avvocato Michael Cohen alla pornostar Stormy Daniels nelle settimane che precedevano le elezioni presidenziali del 2016, che di fatto portarono il magnate a diventare il 45esimo presidente degli Stati Uniti.

Il giudice Merchan dopo il verdetto ha ringraziato i giurati per il loro servizio durante il processo durato settimane. “Avete prestato a questa faccenda l’attenzione che meritava e voglio ringraziarvi per questo”. Dopo che la giuria ha lasciato l’aula l’avvocato di Trump ha presentato una mozione di assoluzione che è stata negata dal giudice.

Il procuratore Joshua Steinglass durante la requisitoria finale dell’inizio di questa settimana aveva sostenuto che “la legge è legge e si applica a tutti allo stesso modo. Non esiste uno standard speciale per questo imputato. Voi, la giuria, avete la capacità di ritenere l’imputato responsabile”.

I pubblici ministeri hanno affermato che il pagamento mascherato dall’ex avvocato Cohen faceva parte di una “cospirazione pianificata e coordinata di lunga durata per influenzare le elezioni del 2016, per aiutare Donald Trump a essere eletto attraverso spese illegali, per mettere a tacere le persone che avevano qualcosa di negativo da dire sul suo comportamento, utilizzando metodi falsificati, documenti aziendali e moduli bancari per nascondere tali pagamenti lungo il percorso.”

Articolo precedenteJulian Lennon presenta a Venezia una raccolta inedita di fotografie: “Whispers – A Julian Lennon Retrospective”
Prossimo articoloIn occasione del primo anniversario del debutto commerciale degli aeromobili di grandi dimensioni di produzione cinese, China Eastern Airlines ha preso in consegna il primo di altri 100 aereomobili C919 ordinati.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here