Il presidente del Consorzio di Tutela del Bergamotto incontra il Commissario Arsac

0
285

Una stretta di mano affettuosa. Ed un augurio reciproco per la crescita, costante, del bergamotto e delle azioni sinergiche delle istituzioni. Il presidente del Consorzio di Tutela del Bergamotto di Reggio Calabria, Ezio Pizzi, ha incontrato il Commissario straordinario dell’Arsac Fulvia Michela Caligiuri. Nella sede del “braccio operativo” della Regione Calabria per l’agricoltura, Pizzi e Caligiuri hanno affrontato le tante prospettive rispetto alle azioni del Consorzio e dei consorziati.
Il presidente Pizzi ha voluto elencare a Caligiuri i lavori portati avanti nel corso degli ultimi anni e soprattutto la nuova comunicazione in atto per valorizzare, ancora di più, filiera e produttori. Dal canto suo, il Commissario ha accolto felicemente le attese del Consorzio e ringraziato più volte Pizzi per l’impegno costante messo in campo. “Insieme – hanno ribadito – si può crescere ancora. Non serve né occorre guardare indietro. Adesso è il tempo di unire le forze, in tutti i sensi. Nel campo e tra i diversi attori impegnati, senza alimentare ulteriori divisioni ed in un rinnovato spirito comune che porterà, certamente, ad altri importanti risultati”.
L’incontro, che si è svolto presso la sede centrale dell’Azienda in viale Trieste a Cosenza, si è rivelato fondamentale anche per il prosieguo. Con la partecipazione alle fiere di settore, agli appuntamenti che l’Arsac mette in campo, alle azioni con il Dipartimento della Regione Calabria e l’Assessorato di riferimento. E, non per ultimo, insieme a tutte le associazioni di categorie che ragionano in termini unitari. La “visita” è stata anche un momento di confronto sul ruolo strategico dei servizi in agricoltura erogati attraverso le strutture territoriali dell’Arsac e sui rapporti con il mondo della ricerca.

Articolo precedenteAMARELLI, WORKSHOP IED MILANO AL MUSEO
Prossimo articoloNasce la Filiera Lattiero Casearia della Provincia di Cosenza grazie ad un bando della Camera di Commercio

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here