Thailandia, le “camice rosse” dimostrano perchè pagate.

0
696

Un dimostrante ferito
Dopo che le “camicie rosse” hanno preso in ostaggio cinque soldati hanno chiesto al re Bhumibol, che per il popolo thailandese è una divinità, di intervenire per mettere fine alla crisi in corso. GUARDA LE FOTO
In queste ultime ore a Bangkok si sono registrate almeno 15 vittime: 11 tra i manifestanti e 4 poliziotti, inoltre 680 feriti.
“La situazione sta diventando pesante e complicata – ci ha comunicato un nostro collaboratore dalla capitale thailandese – adesso tirano le bombe e l’esercito sta aspettando per non attaccare i rossi e non creare degli eroi e martiri”.
“Tutto comunque si svolge nel centro città a Bangkok – continua il nostro collaboratore – è pazzesco pensare che i militari a differenza di tanti altri nel mondo e nella posizione sono solamente in piazza per aiutare e tranquillizzare i dimostranti e tentare di assopire gli animi che sono ogni giorno più infuocati. La nostra televisione 2 giorni fa aveva dato una notizia errata, quella cioè che Taqksin rientrava in Thailandia. Ma non era vera perchè come rientra viene immediatamente arrestato e la cosa provocherebbe ancora più astio fra i partiti e le 2 posizioni politiche”.
“Comunque – conclude – i dimostranti sono un branco di bestie senza rispetto perchè non dimostrano e lottano per un ideale, ma per soldi solamente per soldi ( GUARDA IL VIDEO DI QUANDO PRENDONO I SOLDI )e por portare quel fanatico ad elevare il potere al livello del Re. Si parla di come la brava gente non reagisce e solamente quei quattro barboni esaltati inneggiano al possibile ritorno di Taksin e all’abdicare del Re. Le forze militari hanno anche bloccato la metropolitana e lo sky train per sicurezza dei cittadini”.
Intanto si preannucnia una nuova giornata di sangue.

Articolo precedenteFiorentina – Inter 2-2 – Napoli – Parma 2-3
Prossimo articoloLa Sacra Sindone in esposizione a Torino, immagine della sofferenza umana

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here