Richmond, sulle tracce di Edgar Allan Poe (VIDEO)

0
261
"The Poe Museum" - Foto di Stefano Scibilia

“Ciò che scambiate per pazzia non è altro che l’estremo godimento dei sensi”. In questa frase c’è tutta l’essenza di Edgar Allan Poe, scrittore e poeta tra i più influenti delle letteratura statunitense. Proprio a lui qui a Richmond è dedicato il “Poe Museum”, una casa in cui il celebre scrittore statunitense non ha mai vissuto, ma che di fatto rappresenta un tributo in onore ai diversi anni che Edgar Allan Poe trascorse nella capitale della Virginia. Il museo inoltre contiene al suo interno la più vasta collezione di oggetti, manoscritti originali e cimeli appartenuti al poeta.

“The Poe Museum” – foto di Stefano Scibilia

Intercettato da Italynews, Jack, uno dei responsabili del museo, ci ha raccontato le origini e la storia della struttura: “il museo è stato fondato nel 1922 per essere un santuario dedicato allo scrittore Edgar Allan Poe, che ha trascorso qui a Richmond la sua infanzia. Non viveva in questa proprietà ma ha vissuto in diverse case in questo quartiere, che sono state tutte demolite quando hanno realizzato questo museo – ha affermato Jack -. Quindi vennero presi oggetti di dove viveva, come i mattoni, il legname, la scala che proveniva da quella casa e sono stati portati al museo per realizzare il giardino sul retro dei nostri edifici. A questo si aggiunge una vasta collezione di libri e manoscritti, il letto, vestiti pessimi, che sono stati portati tutti qui per celebrarlo davvero e far sapere alla gente quello che ha fatto”.

"The Poe Museum" - foto di Stefano Scibilia
“The Poe Museum” – foto di Stefano Scibilia

Edgar Allan Poe, nato a Boston e morto a Baltimora, ha frequentato per un anno l’Università della Virginia, ma fu costretto a lasciare gli studi a causa della mancata disponibilità economica e i suoi debiti di gioco. Solo in un secondo momento arriverà la vocazione per la scrittura, che lo porterà tra Baltimora, Philadelphia e New York. Oggi è considerato il padre degli horror misteriosi, così come misteriosa è la sua morte, le cui teorie spaziano tra il suicidio, l’abuso di sostanze, malattie e alcolismo.

Di seguito il servizio dedicato al “Poe Museum”.

Articolo precedenteReply è di nuovo al vertice del PAC RADAR come provider di servizi SAP ed è leader nella Customer Experience SAP in Europa
Prossimo articoloFOTOVOLTAICO, IN CALABRIA IMPIANTO RENDE DI PIÙ AGRISOLARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here