Superbowl, a Richmond si festeggia per la vittoria dei Kansas City Chief: l’atmosfera della gara

0
100
Superbowl Game in Richmond- Foto di Stefano Scibilia
Superbowl Game in Richmond- Foto di Stefano Scibilia

RICHMOND (VA) – Le strade sono vuote e i pub sono pieni, in America il Superbowl è uno degli eventi dell’anno e l’atmosfera che si respira è la stessa che ci potrebbe essere per una finale di un mondiale di calcio con l’Italia. La partita giocata all’Allegiant Stadium di Las Vegas tra i San Francisco 49ers e i Kansas City Chiefs tiene attaccati davanti alla tv milioni di spettatori in tutti gli Stati Uniti. Per capirlo basta passare davanti ai locali di Richmond, non se ne trova uno in cui non sia possibile vedere la partita.

Al “District 5” di Richmond la maggior parte dei tifosi indossa la maglia rossa dei Kansas City e in ogni parete del locale ci sono almeno quattro o cinque tv che trasmettono la diretta della partita. Tra hamburger e birre le urla dei tifosi diventano sempre più forti e il match è un continuo alternarsi di frasi di disperazione come “what are you doing!?” quando i Kansas City commettono un errore e “don’t give up!” nei momenti in cui la squadra allenata da Andy Raid inizia a reagire allo svantaggio iniziale.

Superbowl Game in Richmond- Foto di Stefano ScibiliaSuperbowl Game in Richmond- Foto di Stefano Scibilia

A Richmond la maglia più diffusa in giro è quella di Travis Michael Kelce, che milita nel ruolo di tight end per i Kansas City Chiefs. Il vantaggio iniziale di 10-3 dei San Francisco 49ers dopo i primi due tempi lascia presagire il peggio, ma il successivo ribaltamento si trasforma in una esplosione di gioia per la città, rimasta avvolta da un sofferente silenzio per quasi tutta la prima parte della gara. La partita è ostica, tanto da arrivare ai supplementari, era successo una sola volta nella storia della NFL, con l’unico precedente che che risale al 2017, quando i New England Patriots hanno battuto gli Atlanta Falcons.

Il risultato finale di 25-22 in favore dei Kansas City Chiefs si traduce in gioia e arriva al termine di una partita combattuta fino all’ultimo minuto, come una grande finale. A fare la differenza è stato come al solito Patrick Mahomes, votato MVP della gara. I Chiefs si laureano campioni per la terza volta nelle ultime cinque stagioni, ormai si può parlare di dinastia, mentre a Richmond la festa può avere inizio al grido di “Champions!”.

 

Articolo precedenteREPLY: Il Framework di Test Automation di Concept Reply innova il monitoraggio delle stazioni di ricarica per i veicoli elettrici grazie all’intelligenza artificiale e all’apprendimento automatico
Prossimo articoloRichmond, inizia oggi il processo ad un diciannovenne accusato di sparatoria nel parcheggio di una scuola

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here