Richmond, all’American Civil War Museum la storia degli Stati Confederati d’America (VIDEO)

0
186
American Civil War Museum - Foto di Stefano Scibilia
American Civil War Museum - Foto di Stefano Scibilia

RICHMOND (VA) – All’American Civil War Museum è possibile risalire alla storia di quella che fu la capitale degli Stati Confederati d’America durante la guerra civile americana.

Intercettato da “Italynews” Nick Schneimer, supervisore del museo, ci fornisce alcune importanti indicazioni: “Questo museo è relativamente recente. È stato costruito nel 2019, ma è molto aggiornato, soprattutto con la storiografia più recente che ovviamente pone in primo piano la schiavitù che c’era in Virginia negli anni ’60 dell”800″.

Quando Abraham Lincoln divenne il primo presidente repubblicano nel 1860 gli Stati Uniti si erano sviluppati in modo diverso. Il nord si basava interamente su un’economia industriale, a sud tutto era incentrato sull’agricoltura. Lincoln puntava sull’espansione dell’industrializzazione in tutta l’America e ciò rappresentò una minaccia per diversi stati del sud, che dichiararono la secessione.

A questi si unì in un secondo momento la Virginia e proprio Richmond divenne la capitale di quelli che sono passati alla storia come gli Stati Confederati d’America, che dichiararono guerra al nord, con un conflitto che durò durò dal 1861 al 1865 e si concluse con la vittoria dei 23 stati del nord e oltre un milione di vittime.

Prima di essere assassinato a teatro da un simpatizzante confederato Lincoln ha reso omaggio a tutti coloro che hanno dato la vita per l’unione e per fare in modo che questa terra “continuasse a vivere”.

Di seguito il servizio dedicato all’American Civil War Museum di Richmond.

Articolo precedenteKyocera Document Solutions – Il tessuto stampato dalla stampante inkjet sostenibile per tessuti "FOREARTH" è stato presentato come il risultato di una collaborazione dal marchio di moda "ANREALAGE" alla Paris Fashion Week® Autunno/Inverno 2024-25
Prossimo articoloAUTISMO, PROGETTO SPERIMENTALE A CORIGLIANO-ROSSANO

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here