Richmond (VA), il Senato degli Stati Uniti toglie il monopolio del trapianto di organi ad una associazione no profit

0
316

RICHMOND (VA) – Un’organizzazione no profit con sede a Richmond non avrà più il monopolio sui trapianti di organi negli Stati Uniti dopo un annuncio del governo federale arrivato nella giornata di ieri.

L’anno scorso, la United Network for Organ Sharing (UNOS) con sede a Richmond è stata presa di mira dopo un’indagine durata due anni e mezzo da parte del Comitato finanziario del Senato degli Stati Uniti sulla presunta cattiva gestione dell’organizzazione sull’industria dei trapianti di organi.

L’Organ Procurement and Transplantation Network (OPTN), il primo sistema computerizzato per abbinare i pazienti agli organi, è stato avviato nel 1984. All’epoca, UNOS era l’unica organizzazione che offriva la giusta gestione del sistema per l’intero paese. Il guadagno annuale di oggi è di 64 milioni di dollari l’anno. La maggior parte di questi incassi proviene da ospedali e organizzazioni per l’approvvigionamento di organi.

Durante un’audizione della commissione nell’agosto 2022, sia i legislatori che i medici hanno parlato di problemi all’interno dello spazio di corrispondenza degli organi, dai pazienti che si ammalano a seguito di trapianti di organi a un medico che ha dovuto buttare via un rene perché è arrivato congelato. Secondo la CNN oltre centomila persone sono in attesa di un trapianto di organi ogni anno negli Stati Uniti e circa seimila muoiono ogni anno prima di poter ricevere l’organo di cui hanno bisogno.

 

 

Articolo precedenteUsa, le prime due uova di falco dell’anno riprese dalla Richmond Falcon Cam
Prossimo articoloMAP OF RUSSIAN OFFENSIVE IN UKRAINE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here